you reporter

CORONAVIRUS

Csa, la situazione resta critica, il covid non dà tregua

Tra i familiari sta prevalendo la rassegnazione. Al Covid point positivi quasi il 12% dei tamponati

Csa, la situazione resta critica, il covid non dà tregua

Situazione sempre molto difficile in Casa di riposo, dove il Covid ancora non dà tregua: ieri ha colpito un altro operatore. Così, secondo il bollettino quotidiano diramato dall’Ulss 5 polesana, il numero delle persone positive in riviera Sant’Andrea risulta essere di 102, delle quali 87 tra gli ospiti e 15 tra gli operatori. Quindi un operatore in più e due ospiti in meno. Purtroppo si deve registrare che i due ospiti in meno sono due anziani deceduti: uno residente in Comune di Adria e portato nell’area medica Covid dell’ospedale adriese, l’altro residente nel comune di Porto Tolle e portato nell’area medica Covid center di Trecenta.

La positività dell’operatore, insieme agli altri, aggrava ulteriormente la situazione lavorativa nella struttura. Tuttavia si registra un miglioramento dell’organizzazione interna da quando è stato attivato il supporto logistico della Croce verde. Permangono alcune criticità nei rapporti con i familiari, in modo particolare nella difficoltà di avere informazioni sui propri cari, anche se la situazione è un po’ migliorata rispetto a due settimana fa.

Al momento resta disatteso l’impegno assunto dal presidente Simone Mori nella videoconferenza del 23 dicembre scorso, di organizzare un incontro nel giro di pochi giorni, sempre in videoconferenza, tra familiari, dirigenza, medici, infermieri e operatori socio sanitari per capire meglio quali comportamenti adottare.

Si rileva, intanto, un dato alquanto triste: secondo quanto riferisce qualche familiare, la chat whatsapp dei familiari è praticamente muta, ovvero è praticamente scomparso quello scambio di informazioni che aiutava a tenersi reciprocamente aggiornati. Probabilmente, insieme alla stanchezza e al dolore, sta prevalendo un senso di impotenza e frustrazione che spinge ognuno a pensare per se stesso, facendo venir meno quella solidarietà che aiuta a sostenersi reciprocamente, soprattutto in momenti come questi di grave sofferenza.

Un altro segnale che tiene molto alta l’allerta virus, si registra al Covid point di piazzale Rovigno: 23 positivi su 198, quasi il 12%, tra le persone che si sono presentate spontaneamente, anche se il numero dei tamponi è più basso rispetto ad altri giorni.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl