you reporter

BARICETTA

La conca è diventata una cloaca

Emergenza ambientale e sanitaria per il proliferare di zanzare e topi. Residenti esasperati

La conca è diventata una cloaca

La conca di Baricetta nel Canalbianco è un’autentica cloaca. Ancora non è entrato in funzione un adeguato sistema che possa garantire la periodica pulizia prima che si formi un accumulo impressionante di rifiuti portati dalle acque e bloccati alle porte vinciane. C’è di tutto: tronchi di alberi, bottiglie di plastica a non finire, bidoni in plastica e in ferro di materiali edili, fusti e fustini di tutti i tipi, sacchetti pieni di immondizia. Magari questi ultimi lanciati da qualcuno che transita di lì. E la triste lista potrebbe allungarsi. Sicuramente ci sono anche carcasse di animali in avanzata fase di putrefazione e questo determina i primi cattivi odori che vengono emanati con i primi caldi di inizio primavera. Ed è un paradiso per le zanzare che tra qualche settimana in massa invaderanno la zona per poi far compagnia per il resto dell’estate. In questo mondo si rischia di rendere vani gli interventi disinfestazione per contrastare la proliferazione del fastidioso insetto. Quindi il problema ambientale si somma a un’emergenza sanitaria.

Ancora una volta si fa sentire la voce dei residenti del paese soprattutto quelli che abitano nelle vicinanza. “E’ una vergogna” sbotta uno di questi. E aggiunge: “Con tutte le attrezzature meccaniche e tecnologiche che esistono oggi, è inaccettabile che la conca sia in queste condizioni”. Quindi aggiunge: “Ho sufficiente memoria, perché ormai sono avanti con gli anni, per ricordare che anni addietro una porcheria del genere non c’era. Quando i rifiuti cominciavano al accumularsi, in quantità decisamente inferiore a quello che si vede oggi, veniva attivato il raccoglitore meccanico che portava tutto nelle due piazzole e in breve tempo tutto veniva rimosso e portato nei centri di smaltimento. Adesso questo accade molto raramente e così permane per giorni, anzi per settimane, un’indecenza del genere”.

Un altro fa notare che la piazzola sul versante sinistro del canale è diventata una boscaglia. “La mancata manutenzione del sito ha dato vita a un vero e proprio boschetto, tra poco diventerà tutto verde. E’ veramente inaccettabile”. In tante case di campagna c’è ancora il pollaio. Riferisce una signora che abita nelle vicinanze. “Siamo costretti a convivere con topi e pantegane che sono un pericolo per i nostri animali domestici. Non posso dire che arrivino da lì, sicuramente una sporcizia del genere favorisce anche la loro riproduzione. Siamo veramente stanchi di una situazione del genere. Speriamo che si decidano per una pulizia costante del sito”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl