you reporter

Cattedrale

La città aspetta il nuovo arciprete

Matteo De Mori ritorna in diocesi dopo 25 anni di servizio diplomatico per la Santa Sede in giro per il mondo

La città aspetta il nuovo arciprete

Archiviate le festività pasquali, la parrocchia della Cattedrale e tutta la città si apprestano ad accogliere il nuovo arciprete Matteo De Mori. L’ingresso ufficiale è in programma domenica prossima alla celebrazione della messa delle 10.30 alla presenza del vescovo. “Lo scorso 7 marzo dopo tanta attesa – si legge in una nota della parrocchia - il vescovo Pierantonio ha reso ufficiale la nomina del nuovo arciprete della Cattedrale: si tratta di don Matteo De Mori che succede a mons. Antonio Donà e a don Damiano Furini il quale ha retto la parrocchia come amministratore nell'ultimo anno. Adriese di nascita – prosegue la nota - il nome e il volto di don Matteo sono probabilmente poco conosciuti ai più perché gran parte del suo ministero presbiteriale l’ha svolto a servizio della Santa Sede in giro per il mondo”.

Classe 1963, dopo la prima infanzia nella città etrusca, don Matteo si è trasferito a Rovigo con la famiglia, nel capoluogo ha svolto il primo percorso scolastico e di seminario fino all’ordinazione presbiteriale, ricevuta dal vescovo Martino Gomiero il 25 giugno 1988. A seguire il suo primo incarico pastorale è stato a Ficarolo come vicario parrocchiale e l’anno dopo il vescovo lo ha richiamato a Rovigo come suo segretario personale. Durante il periodo accanto a Gomiero don Matteo ha conseguito il dottorato in diritto canonico alla pontificia università Antonianum di Roma e dal 1996 al 1998 si è trasferito nella capitale per studiare alla pontificia accademia ecclesiastica, istituto di formazione vaticano per futuri membri del corpo diplomatico. A servizio della Santa Sede ha ricoperto incarichi di addetto alla nunziatura apostolica in Ghana, segretario alla nunziatura in Senegal a Washington, quindi a Baghdad in Iraq e ad Amman in Giordania. Un altro passo nella carriera diplomatica è l’incarico di consigliere di nunziatura svolto a Parigi, a Gerusalemme e negli ultimi anni ha Londra. “Nel febbraio di quest'anno – ricorda la nota della parrocchia - ha ricevuto dalla segreteria di stato il permesso di fare rientro nella nostra diocesi dove il vescovo lo ha scelto per guidare la comunità della Cattedrale. In attesa di poterlo incontrare lo accogliamo da subito augurandogli un buon lavoro tra noi”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI un viaggio tra terra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl