you reporter

CHIESA

Adria accoglie monsignor De Mori

Ecco i riti simbolici dell’insediamento, per le norme anti Covid in chiesa soltanto 200 fedeli

Adria accoglie monsignor De Mori

10/04/2021 - 12:39

Tutto pronto per l’ingresso del nuovo arciprete della Cattedrale che rappresenta un momento di festa per tutta la comunità adriese. La cerimonia è in programma domani mattina con la messa solenne delle 10,30 accompagnata dai canti del coro polifonico diretto da Antonella Cassetta. La celebrazione sarà presieduta dal vescovo Pierantonio accompagnato dal capitolo per compiere l’atto ufficiale di affidamento del ministero pastorale alla guida della parrocchia alla presenza anche della autorità civili cittadine. L’accesso in chiesa è libero, fino all’occupazione dei 200 posti disponibili consentiti dalle norme di sicurezza sanitaria anti Covid-19 per rispettare il distanziamento. Inoltre in chiesa è fatto d’obbligo di indossare la mascherina e all’ingresso è prevista l’igienizzazione delle mani. La cerimonia si prolungherà oltre l’orario normale, pertanto la messa prevista alle 12 slitterà almeno di un quarto d’ora, anche per consentire la sanificazione dell’ambiente in base ai protocolli anti Covid.

Monsignor Matteo De Mori, classe 1963, originario di Adria ma ancor giovanissimo trasferitosi con la famiglia a Rovigo, è ordinato sacerdote dal vescovo Martino Gomiero il 25 giugno 1988. Per qualche anno svolge l’incarico di segretario personale del vescovo, proseguendo gli studi di diritto canonico. Quindi nel 1996 si trasferisce definitivamente a Roma per poi intraprendere la carriera diplomatica a servizio della Santa Sede. Un anno fa, circa, ha chiesto e ottenuto il permesso per rientrare in diocesi, tuttavia ha dovuto proseguire il suo lavoro nella nunziatura di Londra in attesa dell’avvicendamento del nunzio. De Mori succede a monsignor Antonio Donà che ha dovuto interrompere il proprio mandato dopo soli tre anni perché colpito dal male che lo ha portato in cielo. Negli ultimi dodici mesi la parrocchia è stata affidata a don Damiano Furini nelle vesti di amministratore mentre don Nicola Brancalion ha portato avanti l’attività liturgica e pastorale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl