you reporter

Adria

Un 2 giugno del segno dei patrioti scomparsi

Il sindaco di Adria, durante le celebrazioni, ha ricordato Paolo Ettore Forzato Arcioni, Ermes Giovanni Lazzarini e Arduino Nali.

02/06/2021 - 13:20

Molto sentita ad Adria la celebrazione del 75esimo anniversario della Festa della Repubblica. Nonostante le restrizioni anti Covid, sia pure allentate, tanti cittadini hanno voluto partecipare alla manifestazione svoltasi in piazzetta San Nicola coordinata da Matteo Sacchetto il quale ha letto il messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Applausi per il passaggio del vessillo Anpi, insignito di una medaglia d’oro e due d’argento al valor militare, portato da Nicola Clemente e Luigino Nali, così pure al passaggio della corona d’alloro portata da Ivano Prosperini della Guardia di Finanza e Giuseppe Morsellino dei Carabinieri.

Quindi l’alzabandiera, l’Inno di Mameli e “Silenzio” mentre il sindaco Omar Barbierato ha reso l’onore ai Caduti. Presenti i corpi dello Stato, forze dell’ordine e rappresentanti delle associazioni d’arma e combattentistiche. Nel suo intervento il sindaco ha voluto accanto a sé il tricolore portato da Maria Gabriella Lopezi deceduta nei giorni scorsi, sempre presente alle celebrazioni civili.

Insieme a Maria Gabriella, il sindaco ha ricordato gli altri “patrioti” scomparsi nell’ultimo anno: Paolo Ettore Forzato Arcioni, Ermes Giovanni Lazzarini e Arduino Nali. La seconda parte della cerimonia si è svolta in videoconferenza con la lectio di Antonio Lodo sul tema “La Repubblica in Italia, scelta di popolo”. Inoltre alcuni studenti hanno letto alcuni articoli della Costituzione.

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl