you reporter

ADRIA

"Via l'ergastolo al femminicida? Un altro colpo alla comunità"

Il vicesindaco Wilma Moda si fa portavoce dello sconcerto di tutta la città, dopo la sentenza di secondo grado

Ripristinata la tomba di Giulia, sfregiata dai vandali

17/11/2021 - 16:09

Il vicesindaco Wilma Moda  interviene in merito  alla sentenza della corte di  Assise d’Appello di Venezia che ha riformato a 24 anni la pena a Roberto Lo Coco, condannato in primo grado all’ergastolo per il femminicidio accaduto alla fine del 2019. La sentenza, nella giornata di martedì 16 novembre (LEGGI ARTICOLO) ha colpito a fondo la comunità adriese, che era rimasta sconvolta dal femminicidio di Giulia Lazzari, 23 anni appena, strangolata a morte dal marito, Roberto Lo Coco, 30 anni. I due avevano una bimba, all'epoca di quattro anni.

"Al processo di Venezia Il Comune di Adria era presente come parte civile, per dare un segnale importante alla collettività e alle altre parti civili. Una presenza apprezzata  dal presidente della corte di Assise d’Appello di Venezia durante l’udienza", spiega la nota stampa del Comune di Adria.

“Prendiamo atto della sentenza della corte di Assise d’appello di Venezia - commenta Moda - La riduzione della pena del 30enne assassino, è un  colpo non indifferente   per la famiglia di Giulia Lazzari e per tutta la comunità adriese. Ancora oggi, a distanza di due anni dal femminicido che ha stravolto la vita a  due famiglie adriesi, rimane  un generale sconcerto tra le comunità del territorio".

"L’assassinio di Giulia  fa comprendere quanto sia importante il lavoro che abbiamo attivato, fin dall’inizio del nostro insediamento come amministrazione comunale, per cercare di cambiare una cultura che deve necessariamente partire dalle giovani generazioni, adulti di domani. Una campagna di sensibilizzazione che sosteniamo sia per quanto riguarda le attività svolte dai centri antiviolenza e sia con iniziative culturali   promosse dall’assessorato alla cultura per gli studenti che frequentano gli istituti scolastici della nostra città".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl