you reporter

ADRIA

Sarà la città del pane pulito

I fornai rilanciano la sfida di Arnaldo Cavallari per il pane pulito e contro la cattiva informazione

La battaglia di Arnaldo continua

Adria sempre più la città del pane

06/05/2022 - 09:10

A sei anni dalla scomparsa, Arnaldo Cavallari si è preso una bella rivincita: ha idealmente visto sventolare su palazzo Tassoni la bandiera del “Pane pulito”, la battaglia che ha portato negli ultimi anni di vita. L’estroverso quanto controverso imprenditore, ma con alcune intuizioni geniali, allora era una voce nel deserto, ieri nell’aula consiliare del municipio gli artigiani dell’arte bianca ha fatto sentire la loro voce al grido di “Qualità e salute”.

A una sola voce Valentino Ferro, Samuele Frigato, Patrizio Navarin e Giampaolo Rossi nei loro diversi ruoli nella struttura Cna, insieme a Marco Vianello dell’Accademia del pane, hanno rilanciato “l’importanza di promuovere la cultura della qualità del pane e altri prodotti di panificazione, partendo dalla qualità delle farine, combattendo contro gli additivi, quindi per un sistema produttivo sostenibile, e per un’informazione corretta al cittadino”.

Ma non solo, a tutto questo si aggiunge un gesto di solidarietà: visti i rincari di energia e materie prime che loro stessi hanno subito nelle ultime settimane, i fornai offriranno pane gratis alle famiglie in difficoltà, in sinergia con i servizi sociali del comune e le associazioni caritative.

Tutto questo rientra nel progetto “Il valore smart della comunità e del suo territorio” che Cna sta portando avanti grazie al sostegno della Camera di commercio e la collaborazione di comune, Pro loco e istituto alberghiero. Così alla conferenza stampa di ieri mattina, insieme agli operatori, sono intervenuti il sindaco Omar Barbierato, la vicesindaca Wilma Moda, Alberto Capuzzo direttore di Camera servizi, Lorenza Fogagnolo dirigente del Cipriani, oltre a Franco Cestonaro funzionario Cna.

“E’ un progetto che parte dal territorio con ricadute dirette nel territorio, nel quale gli imprenditori svolgono un ruolo da protagonisti, in sinergia con altre istituzioni, enti scolastici e culturali - sottolinea Capuzzo - non è tanto un contributo quello dell’ente camerale, ma un investimento a favore delle imprese e per la crescita complessiva del territorio dal punto di vista economico, sociale e formativo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl