Cerca

ADRIA

Studenti e imprenditori a lezione

All'alberghiero si è parlato della filiera bio per la farina pulita, poi preparazione e degustazione del pane fresco

Studenti e imprenditori a lezione

Si è parlato della filiera bio per la farina pulita, poi preparazione e degustazione del pane fresco

Una lezione speciale ieri mattina all’alberghiero Cipriani dedicato all’arte bianca, in modo particolare alle farine pulite. In cattedra è salito Stefano Dei Rossi direttore marketing del Molino Rachello, accompagnato da Marina Toso agente di commercio nella stessa azienda, che da oltre 20 anni ha avviato la filiera bio dalla coltivazione del grano alle preparazione delle farine. Ad ascoltarlo gli studenti delle classi terze di sala ed enogastronomia accompagnati dai propri insegnanti.

L’iniziativa è stata organizzata dalla Cna nell’ambito del progetto “Adria il valore smart della comunità e del suo territorio” e sostenuta dalla Camera di commercio Venezia Rovigo con il patrocinio della Città di Adria. Il seminario è stato anche un incontro tra associazione di categoria e scuola, tra operatori e studenti.

Infatti erano presenti diversi dirigenti, funzionari e soci Cna: dal presidente provinciale alimentare Samuele Frigato al collega padovano Patrizio Navarin, oltre al pizzaiolo di Porto Tolle Valentino Ferro, quindi i funzionari Franco Cestonaro e Loris Brizzante.

Per i ragazzi di enogastronomia l’evento è iniziato il giorno prima quando insieme a Navarin hanno preparato l’impasto e le bighe per consentire la lievitazione lenta per tutta la notte. Così ieri mattina tutto era pronto per completare le operazioni prima di mandare tutto in forno. Alle 13 erano pronti croccanti grissoni, fragranti ciabatte e deliziose focacce per l’ultimo atto della giornata con la degustazione che è stato un inno di sapori.

Nel frattempo si è svolta la conferenza aperta dal saluto della dirigente scolastica Lorenza Fogagnolo. “La sostenibilità - ha ricordato - è la cifra di tutti i nostri progetti nelle tre declinazioni: ambientale, sociale e della salute. Tre aspetti che si integrano e diventano un unicum perché non può esserci uno senza l’altro e viceversa. La collaborazione della scuola con il mondo dell’impresa, con Cna e le istituzioni civili - ha sottolineato - è finalizzato a dare competenze e conoscenze ai nostri ragazzi, ma soprattutto a far crescere e maturare con una diversa consapevolezza del rispetto verso gli altri, l’ambiente e il territorio”.

Da parte sua Frigato ha rimarcato che “queste occasioni diventano momenti di formazione per tutti: noi imprenditori torniamo a scuola, mentre voi studenti mettete i primi passi in azienda, oltre a fare nuove conoscenze e instaurare relazioni”.

Prossimo appuntamento con Cna e Cipriani è sabato 28 maggio dalle 9 alle 13.30 con “Pane&Pizza” in piazza Bocchi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy