you reporter

Stienta

Cadavere riaffiora dall'imbarcadero del fiume Po

I carabinieri non sono ancora risaliti all'identità del cadavere ritrovato sugli argini del fiume Po a Stienta. I vigili del fuoco sono intervenuti alle 11 di oggi sabato 15 giugno. Si tratta di un uomo tra i 50 e i 60 anni di corporatura robusta.

62508

E' di un uomo tra i 50 e i 60 anni, di corporatura robusta, il cadavere ritrovato questa mattina, intorno alle 11, incagliato nell'imbarcadero di Stienta sulle rive del Po.

I vigili del fuoco si sono precipitati alle 11, per recuperare il corpo. Ci sono volute oltre quattro ore per disincagliarlo e portarlo sulla riva. Sul posto i carabinieri della compagnia di Castelmassa, guidati dal comandante Andrea Pezzo. Hanno già diramato la notizia alle questure e alle stazioni limitrofe per capire se ci sono state denunce di scomparsa tra le province di Ferrara e Mantova. 

L'unica cosa al momento certa è che il corpo era da tempo in acqua e che non presentava segni di violenza, se non le ferite dovute alla corrente e al tempo trascorso in acqua.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl