you reporter

Trecenta

Festa contadina, tre giorni super

A Pissatola, musica, buon cibo ed esposizioni dedicate al mondo agricolo

La “Festa contadina” di Pissatola è stata un successo. Si è conclusa domenica la sesta edizione della kermesse organizzata dall’associazione San Girolamo di Pissatola, in collaborazione con altre associazioni sia di Trecenta, sia di paesi limitrofi e con il patrocinio del Comune di Trecenta, della Regione Veneto, della Camera di commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, di Confagricoltura e Coldiretti.

La festa era iniziata venerdì scorso con l’apertura delle mostre di fotografia con Angiolina Bertoncin, di modellismo con Gino Gambarin, ormai presenza fissa della manifestazione, del Gruppo modellisti di Lendinara, e di scultura lignea con Renato Borsato.

Nella serata di venerdì, inoltre, il concerto della Costa Garage Band.

Il sabato si è aperto con una cerimonia di presentazione alle autorità presenti, ovvero l’assessore regionale Cristiano Corazzari, Remo Zanellato in rappresentanza della Camera di commercio e Simona Bisaglia, in rappresentanza dell’amministrazione comunale di Trecenta.

Si è proseguito con la conferenza “Storia e ambiente, nuove prospettive della terra della Vangadizza”, a cura di Fabio Ortolan e Federico Pasqualin.

All’interno della storica cornice di Corte Tosattto la Pro loco di Correzola ha riportato in vita i mestieri di una volta.

Purtroppo, a causa di un temporale improvviso, non si è potuto far sfilare i trattori d’epoca presenti che sono, però, rimasti in mostra nella piazza di Pissatola per tutta la durata della manifestazione.

La mattinata di domenica è stata dedicata alle prove in campo, con i trattori presenti. Nel pomeriggio, invece, erano previste molte attività adatte a famiglie e bambini, a partire dalle visite all'azienda agricola “La Valentina” di Trecenta, dove si può vedere la mungitura robotizzata delle mucche, appuntamento questo molto richiesto.

Sempre all'interno di Corte Tosatto, oltre ai mestieri di una volta, c’era spazio per un mercatino di espositori di prodotti locali, l’animazione per i bambini con le ragazze di Baby & Fun, la possibilità di provare a tirare con l’arco, la mostra dei rapaci e la possibilità di fare un giro a cavallo.

Durante la giornata Renato Borsato, Giuseppe Artuso e Andrea Rettore hanno realizzato sculture in legno sul tema della terra.

La serata si è conclusa con Dario Carturan e il suo spettacolo di cabaret teatrale “Come ca jerimo, come ca semo”, che ha ripercorso le tradizioni e i luoghi dei dintorni.

Tutte le sera era, inoltre, in funzione lo stand gastronomico e presente anche un’area bimbi con gonfiabile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl