you reporter

SALARA

Calci e minacce a moglie e figli

Condannato a 2 anni e 10 mesi per maltrattamenti in famiglia un uomo di 53 anni

Calci e minacce a moglie e figli

Condannato a 2 anni e 10 mesi per maltrattamenti nei confronti della moglie e dei due figli minori. A finire nei guai un cittadino marocchino, 53 anni, alla sbarra dopo la denuncia della moglie. La donna , di vent’anni più piccola, è stata vittima di frasi ingiuriose e minacce di morte con tanto di coltello. Non solo, dai fatti si passava alle mani con percosse, calci, pugni e tirate di capelli.

Un atteggiamento avuto non solo nei confronti della consorte ma anche dei figli, ai quali per la Procura non erano mai mancati schiaffi e calci. Per l’accusa, inoltre, il marocchino chiuse l’intero nucleo familiare all’interno dell’appartamento dove abitavano, costringendo la moglie a chiedere aiuto pur di uscire: un clima di sopraffazione e paura che aveva portato tutti all’esasperazione.

I fatti risalgono al 2014: una situazione difficile, che avrebbe portato i familiari a vivere in un contino stato di paura. Ieri mattina la battuta finale del processo di primo grado nelle aule del Tribunale di Rovigo. Udienza nella quale il pubblico ministero ha chiesto per il 53enne una pena pari a 4 anni di reclusione, ma il Collegio ha ridimensionato la condanna a 2 anni. Per la Procura c’era anche l’aggravante di aver commesso simili azioni in presenza dei figli minori.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl