you reporter

Castelmassa

“Cani? Incivili sono i padroni”

Duro attacco del sindaco sui social contro chi non raccoglie le deiezioni canine dai marciapiedi

“Cani? Incivili sono i padroni”

Le deiezioni canine sul marciapiedi, fanno arrabbiare, e non poco, il sindaco Eugenio Boschini che, nella mattinata di ieri ha postato sulla sua pagina Facebook la foto del ‘ricordino’ lasciato nella centralissima via Cesare Battisti, poco distante dal municipio, con un commento che lascia ben poco all’immaginazione e che lascia capire la rabbia del primo cittadino nei confronti, non dell’innocente animale, ma di chi lo accompagnava nella passeggiata. “Buongiorno Castelmassa, via Cesare Battisti, all’altezza dei marciapiedi di nuova realizzazione – scrive il sindaco Boschini - le m….de non sono quelle dei vostri cani, ma siete Voi!”. Immediati i commenti e le reazioni di molti dei suoi concittadini che, praticamente in blocco appoggiavano il loro sindaco nella sua puntuale, anche se forte, considerazione. Tra l’altro, il Comune rivierasco è dotato da più di un anno, di apparecchi “doggy box” (raccoglitori delle deiezioni canine).

Esiste anche un’ordinanza urgente emessa dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali nel corso dell’anno 2013, concernente la “tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani” nella quale si afferma che “è fatto obbligo a chiunque conduca il cane in ambito urbano raccoglierne le deiezioni e avere con sè strumenti idonei alla raccolta delle stesse”. “I detentori di animali qualora accedano a marciapiedi, strade, aree pedonali, aree verdi, pachi, giardini e aree pubbliche o ad uso pubblico in genere, devono provvedere alla raccolta immediata delle deiezioni dei loro animali ed essere muniti di idonea attrezzatura di raccolta e contenimento delle deiezioni. I trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa da 25,00 a 150,00 Euro”. Unica voce fuori dal coro, quella di una concittadina che commenta ricordando al sindaco che “se vedi quelle piccole deiezioni, perché non vedi sempre in via Cesare Battisti l'erba che cresce sui marciapiedi e nessuno che venga a pulire”.

Non è tardata la risposta di Boschini, che ha spiegato come “l’amministrazione fa quello che può, con i mezzi a propria disposizione. Io non posso che ringraziare i dipendenti, che dieci anni fa erano 28 ed oggi sono 18, per quello che fanno tutti i giorni per cercare di mantenere il nostro Comune in condizioni decenti. Se ci sono delle erbe infestanti da togliere lungo i marciapiedi lo faremo, per carità, anche se non credo che siano questi i veri problemi di Castelmassa – risponde il primo cittadino - Detto ciò, il mio post era rivolto alle persone incivili che continuano a non rispettare le regole minime di convivenza civile”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl