you reporter

Trecenta

Una giornata nerissima: mamma uccisa dal West Nile

Una vera tragedia: ma come si può morire a 58 anni a causa della puntura di una zanzara?

Una giornata nerissima: mamma uccisa dal West Nile

Rachida Ouarga aveva 58 anni, di origini marocchine viveva da tanti anni a Trecenta.

Era mamma di cinque figli e nonna di 10 nipoti. Era ammalata, certo. Immunodepressa, dicono.

Ma da qui a morire per il pizzico di una zanzara ce ne passa. E invece Rachida - che a Trecenta era molto conosciuta e benvoluta, così come il marito, ex operaio in fonderia - è morta proprio per un pizzico di zanzare.

Era in ospedale dal 3 agosto scorso. E non ce l’ha fatta. Ieri mattina, nonostante le cure, è morta. Morta di West Nile, il virus del Nilo che quest’estate sta letteralmente impazzando in Polesine e un po’ in tutto il basso Veneto. Sono una cinquantina i casi registrati fra Adige e Po.

Due sono i ricoverati in condizioni gravissime e per i quali si spera in un decorso positivo. Intanto Rachida non ce l’ha fatta: è la prima vittima di quest’estate nella nostra provincia. Senza parole il sindaco di Trecenta, Antonio Laruccia, mentre alla famiglia di Rachida è giunto il messaggio di vicinanza anche dell’assessore regionale Lucio Coletto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune
speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl