you reporter

Stienta

Cavo Bentivoglio, ancora rifiuti

Si ripetono questi episodi di abbandono di immondizie. E il sindaco Ferrarese stigmatizza: “Sono dei deficienti”

Cavo Bentivoglio, ancora rifiuti

Sembrano non avere mai fine gli episodi di degrado che accadono in Polesine. Nei giorni scorsi, una segnalazione apparsa su Facebook rendeva noto anche grazie ad alcune foto allegate, come qualcuno avesse abbandonato rifiuti di vario genere ancora lungo via Cavo Bentivoglio, sul lato sinistro in direzione Runzi. Tra il materiale abbandonato, saltava agli occhi immediatamente un grosso materasso ancora legato per consentirne il trasporto. Solo di qualche settimana fa, un’altra segnalazione di abbandono di rifiuti sempre in via Cavo Bentivoglio dove, tra la vegetazione erano stati lasciati pezzi di materiale inerte ed eternit scaricati abusivamente. Anche la vota scorsa, a farne la scoperta e a comunicarlo immediatamente all’amministrazione comunale - oltre che tramite un post su Facebook - era stato un cittadino che, percorrendo la strada che costeggia il Cavo Bentivoglio nel territorio stientese, aveva fotografato i rifiuti pericolosi abbandonati sul bordo del corso d’acqua.

In quell’occasione, il sindaco Enrico Ferrarese aveva usato dure parole di condanna nei confronti degli autori di questi gesti, annunciando le verifiche dei varchi elettronici presenti e la visione delle immagini riprese dalle telecamere di un privato, installate nella zona. “Sono stanco di dover spendere i soldi dei contribuenti per pagare lo smaltimento di materiale abbandonato sul territorio da queste persone che non ho difficoltà a definire deficienti”, affermava il primo cittadino.

Gli episodi però continuano e i residenti iniziano davvero a non tollerare più questi atteggiamenti. Non è certo la prima volta che ignoti abbandonano lungo le strade secondarie e lungo gli argini del territorio, rifiuti più o meno pericolosi. Sempre più spesso, infatti, capita di vedere ai lati delle strade, delle vere e proprie discariche di materiale di vario tipo che vanno dai rifiuti di alimenti, sacchi di plastica, copertoni, vecchi elettrodomestici, mobili, materiale di risulta di lavori edili e molto altro. Riuscire a sanzionare adeguatamente gli ignoti inquinatori, sarebbe sicuramente un modo concreto per cercare di porre fine a questa bruttissima abitudine.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl