you reporter

Bagnolo di Po

Caccia al tesoro per finire l'anno scolastico

La primaria "Calzavarini" di Bagnolo di Po ha concluso con una caccia al tesoro l'anno scolastico

L’anno scolastico è giunto al termine e i bambini della primaria "Adalgisa Calzavarini" di Bagnolo di Po lo hanno salutato dando vita non alla tradizionale recita, ma a una caccia al tesoro divisa per classe, dove ogni gruppo di alunni doveva superare cinque prove di natura logico-matematica, musicale o di cultura generale per accedere agli indizi. Al gioco si sono uniti anche i genitori e, indicazione dopo indicazione e un’attenta ricerca, i gruppi si sono ritrovati nell’atrio con in mano i vari tasselli di un puzzle da costituire. Una grande foto di gruppo di tutti gli alunni perché per una scuola il vero tesoro sono i bambini.

Un saluto speciale è stato rivolto ai ragazzini di quinta che a settembre inizieranno una nuova avventura; loro si sono congedati con una danza creativa dal titolo "Cresco e vivo". Hanno mimato la crescita avvenuta in questi anni. Partendo da piccoli semi, hanno generato una piantina che nel corso degli anni è divenuta un possente albero. Per loro, una pergamena ricordo da parte degli insegnanti. Un breve passaggio sul bilancio dell’anno scolastico è stato esplicato dalla  referente di plesso. Bilancio positivo sotto l’aspetto didattico, relazionale ed esperienziale. Laboratori e progetti realizzati in collaborazione con l’amministrazione comunale e il Coni. Esperienze importanti e positive per la crescita dei bambini.

"L’anno scolastico è appena terminato – ha concluso la referente -ma stiamo già programmando progetti innovativi per il prossimo in collaborazione con l’amministrazione comunale”. A supportare quanto enunciato dalla docente, l’assessore Chiara Magaraggia che ha espresso la volontà dell’amministrazione di affiancare la scuola primaria per renderla maggiormente innovativa per dare agli alunni strumenti preziosi per sviluppare conoscenze e competenze. A nome di tutta l’amministrazione comunale ha ringraziato i docenti per il lavoro svolto e auspicato una rete cooperativa tra insegnanti, genitori e amministratori. Terminando con un pensiero per i bambini di quinta che avrà modo di rivedere in occasione della consegna delle Borse di studio.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: 354ª Fiera di Lendinara
speciali: Turatti Group

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl