you reporter

CASTELNOVO BARIANO

Quest'anno la più brava è lei

Assegnata la borsa di studio intitolata a Giuliano Daccordi

All'inizio del consiglio comunale di Castelnovo Bariano, il sindaco Massimo Biancardi ha presieduto la cerimonia per il conferimento della 52esima  borsa di studio intitolata alla memoria di Giuliano Daccordi, assegnata annualmente ai ragazzi che all'esame di licenza media hanno ottenuto il massimo nella media dei voti (voto sintetico di 10).

Per il 2019 il riconoscimento è andato ad Alice Gaino, che ora frequenta il liceo classico Ariosto a Ferrara. Il premio consiste in una pergamena, in una medaglia d'argento personalizzata e in un assegno di 250 euro ("acquisterò materiale scolastico", ha affermato Alice Gaino). Stessa somma è già stata inviata, tramite la parrocchia e la rodigina famiglia missionaria della redenzione, ad un ragazzo brasiliano iscritto alle elementari. Questo intervento annuale è cominciato nel 2002.

Giuliano Daccordi morì solo 14enne in un tragico incidente stradale quasi all'ora di pranzo lunedì 16 agosto 1967 (c'era la fiera di San Rocco) all'incrocio urbano fra le vie Spinea e Matteotti. Aveva appena terminato la terza media con il massimo dei voti e si era già iscritto al liceo scientifico di Ostiglia. "Ragazzo ricco di doti umane, lasciò un vuoto incolmabile nella mamma Edna Vallicelli, nel papà Oberdan, nel fratello minore Enrico e nell'intera comunità castelnovese".

Subito si formo un comitato civico che, d'intesa con l'amministrazione comunale e la famiglia Daccordi, in breve raccolse 50 milioni di lire per una borsa di studio annuale onde onorare nel tempo la figura di Giuliano. Dal 1968 ad oggi la Daccordi ha avuto una cadenza annuale. Nel 2017 si è celebrato il 50° della borsa di studio al teatro Indipendenza prima di Natale con tanta gente. Nell'occasione sono stati premiati un centinaio di borsisti che hanno vinto la Daccordi.

Massimo Biancardi ha, fra l'altro, sottolineato che "a suo tempo i 50 milioni sono stati convertiti in 25 mila euro subito impegnati in Btp poliennali, la cui cedola ci permette di finanziare il premio. La cifra è affidata al Comune e il presidente del comitato è il sindaco pro tempore. Per nessun motivo la cifra vincolata può essere intaccata".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su La Voce di Rovigo

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl