you reporter

CASTELMASSA

Cargill, posti di lavoro a rischio. I sindacati: "Noi non ci stiamo!"

Previsto uno "studio" sullo stabilimento che non fa ben sperare. Il sindaco: "Teniamo d'occhio la situazione"

Cargill, posti di lavoro salvi

"In data 1 settembre 2020 a mezzo conferenza telefonica si è tenuto un incontro con la Direzione Cargill. Erano collegati anche Confindustria Venezia e Rovigo, le Oo.Ss. Provinciali, la RSU e il Sindaco di Castelmassa - così le segreterie territoriali Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil - Le Organizzazioni Sindacali Provinciali in apertura di incontro hanno posto l’accento sulle preoccupazioni sorte dopo l’annuncio di ulteriori "studi" riguardanti anche lo Stabilimento di Castelmassa, nell’ambito di un progetto di modifiche organizzative che coinvolgeranno tutti gli Stabilimenti Produttivi di Cargill del Nord America e dell'Europa finalizzati, in base alle volontà aziendali, a un efficientamento dei modelli produttivi e organizzativi. I timori riguardano le ricadute occupazioni legate al concetto di efficientamento, che nel corso degli anni si è costantemente tradotto in un taglio di costi del personale".

"Le risposte dateci dai rappresentanti Aziendali non sono parse sufficienti a rassicurare: rimandano ogni possibile soluzione alle decisioni che dovrà prendere la Casa Madre a Minneapolis, dopo aver acquisito i risultati dello studio che verrà svolto da una società specializzata brasiliana. Si dovrà pertanto attendere la fine degli studi perché vengano presentati i risultati. Come ben sapete, i precedenti degli ultimi anni non sono incoraggianti, ad ogni studio è susseguita una riduzione di personale; le Oo.Ss. Provinciali hanno ribadito come non siano disponibili a subire contrazioni occupazionali ulteriori - continua la nota congiunta - L’Amministrazione Comunale di Castelmassa, rappresentata dal Sindaco, ha espresso anch’essa la volontà di seguire con attenzione l’evoluzione della situazione dello Stabilimento, sottolineando come la definitiva approvazione da parte governativa della Z.L.S. potrà portare un miglioramento e una maggiore attrattività commerciale anche per Castelmassa".

"E' stato chiesto quali siano le prospettive in merito agli investimenti per Castelmassa, in particolare per la Centrale Termoelettrica, punto fondamentale per il proseguimento delle attività produttive per lo Stabilimento per l’approvvigionamento di energia elettrica e vapore. La Direzione ha comunicato che nel corso del mese di Settembre verrà presa una decisione a livello Europeo in merito al futuro della Centrale. Allo stato attuale le opzioni sono tre: due prevedono sostanzialmente un intervento di rifacimento della Centrale con produzione di energia e vapore, con gestione Cargill in un caso e di terzi nell’altro, la terza prevede la sola produzione di Vapore con gestione Cargill. E’ stato comunicato anche un ordine di grandezza dell’investimento, pari a qualche decina di milioni di euro. Riteniamo sicuramente una notizia positiva l’intenzione di intervenire sulla Centrale ormai obsoleta, aspetto su cui più e più volte è stato sollecitato un riscontro, tuttavia ogni intervento dovrà comunque essere commisurato rispetto agli impatti occupazionali che ne potrebbero derivare sia per la Centrale sia per lo Stabilimento, quale che sia la scelta che verrà fatta rispetto alla tipologia di nuova Centrale . Riteniamo che allo stato attuale non si possa esprimere soddisfazione per le risposte ottenute in merito agli "studi" sullo Stabilimento. Sarà necessario attendere riscontri tecnici sugli esiti ma ciò che non può attendere è la necessità di mantenere vigile l'attenzione su Castelmassa e prevenire un ulteriore indebolimento del sito".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl