you reporter

SALARA

Un no rosso fuoco alla violenza

Bella iniziativa del Comitato biblioteca, una panchina rossa per proteggere le donne

Un no rosso fuoco alla violenza

25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La biblioteca comunale “A. Bignardi”, nell’ambito delle attività promosse dal neonato Comitato, il cui scopo, è in primo luogo quello di diffondere la cultura fra tutti i cittadini e documentare la storia a partire dal livello locale, vuole essere presente a questa importante data con una iniziativa sul territorio comunale, da sempre sensibile alle problematiche della persona.

Non essendo possibile organizzare un seminario aperto al pubblico sul tema, i componenti del Comitato biblioteca hanno posizionato, alla presenza del sindaco Lucia Ghiotti, nel giardino del centro storico, un allestimento composto da una panca rossa e scarpe con tacco a spillo, sempre di colore rosso, a testimoniare il ruolo fondamentale della donna nella famiglia, nel lavoro e nella società in genere e che nessuno si deve permettere di usarle nessun tipo di violenza.

Sullo schienale della panca campeggia una frase molto significativa: “La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci”. Il Comitato biblioteca di Salara, con questa panchina, vuol chiedere simbolicamente un impegno comune alla famiglia, alla scuola e alla società volto ad educare le nuove generazioni al rispetto e all’uguaglianza fra donne e uomini e infondere la consapevolezza che la violenza di genere è una violazione dei diritti umani e una discriminazione nei confronti delle donne.

Il 25 novembre non è una data scelta a caso, è il ricordo di un brutale assassinio, avvenuto nel 1960 nella Repubblica Dominicana. Le tre sorelle Mirabal, considerate rivoluzionarie, si stavano recando a far visita ai mariti reclusi e furono torturate e violentate prima di essere uccise per poi essere gettate in un burrone per simulare un incidente. La giornata è stata istituita dall’Onu nel 1999. La stessa Dichiarazione adottata dall’ Assemblea Generale Onu parla di violenza contro le donne come di “uno dei meccanismi sociali cruciali per mezzo dei quali le donne sono costrette in una posizione subordinata rispetto agli uomini”. Questa giornata, nel mondo, segna l’inizio dei sedici giorni di attivismo contro la violenza di genere, che hanno lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica spingendola ad agire per il cambiamento. I sedici giorni di attivismo si estendono fino alla Giornata dei diritti umani del 10 dicembre”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl