you reporter

Carabinieri

Preso in Germania il boss delle rapine agli anziani

La banda aveva sequestrato e derubato un anziano in Alto Polesine. Il criminale preso in Germania.

Preso in Germania il boss delle rapine agli anziani

01/06/2021 - 13:05

Arrestata in Germania la “mente” della banda di rom che tra la fine del 2017 e la prima metà del 2018 aveva commesso una serie di furti ed una efferata rapina in abitazione nel Polesine

 Il 7 maggio scorso, la polizia tedesca ha catturato a Francoforte, dove si nascondeva sotto falso nome e con documenti contraffatti, un 28enne cittadino romeno, nei cui confronti pendeva un mandato di arresto europeo, richiesto della procura della Repubblica di Rovigo, poiché condannato a tre anni e 8 mesi, prima dal tribunale di Rovigo e poi dalla corte d’appello di Venezia (ottobre 2020), in quanto a capo di un sodalizio criminale responsabile di sette furti in abitazione perpetrati in provincia di Rovigo tra la fine del 2017 e la prima metà del 2018, una tentata rapina ai danni di un esercente di Guarda Veneta il 16 febbraio 2018 e una rapina in abitazione con l’aggravante del sequestro di persona a Castelnovo Bariano il 3 aprile 2018.

 L’uomo il 3 luglio 2018, al termine di una articolata attività d’indagine condotta dal nucleo investigativo carabinieri di Rovigo denominata "operazione Mito", era stato tratto in arresto, su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Rovigo, a Palmanova mentre tentava, unitamente alla convivente, di allontanarsi dal territorio nazionale.

 Il 25 giugno 2019 il 28enne era poi stato ammesso agli arresti domiciliari, da dove però il 18 ottobre 2019 era evaso. Le successive investigazioni svolte in collaborazione con il servizio per la cooperazione internazionale di polizia e con le polizie della Romania, Svizzera, Francia e Germania hanno permesso alla fine di rintracciare il fuggitivo in Germania (dopo che, sempre con documenti falsi, aveva già fatto tappa in Romania Svizzera e Francia).   

Il 13 maggio scorso, è stato quindi estradato in Italia ed attualmente si trova detenuto nella casa circondariale di Rebibbia, dove sta scontando la sua pena. Anche altri componenti della banda, erano stati tratti in arresto durante la loro fuga all’estero: si tratta di un 48enne e di un 42enne, arrestati nell'estate del 2018, uno a Marsiglia e l'altro ad Alicante, in Spagna.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl