you reporter

CASTELNOVO BARIANO

L'abbraccio della mamma con Marco, "vagava senza meta"

I genitori del 29enne di Castelnovo Bariano, Marco Ghedini, hanno potuto riabbracciare il ragazzo scomparso e ritrovato in provincia di Potenza

L'abbraccio della mamma con Marco, "vagava senza meta"

L'abbraccio con la mamma, avvolto nella giacca dell'Arma, probabilmente prestata da chi lo ha soccorso. E' apparto provato Marco Ghedini, il 29enne di Castelnovo Bariano che è stato ritrovato a Lauria, in provincia di Potenza, grazie alla segnalazione di una donna che lo aveva notato nella trasmissione "Chi l'ha visto". 

I genitori di Marco si sono recati ieri 8 giugno nella caserma della Compagnia Carabinieri di Lagonegro (PZ), e hanno potuto riabbracciare il figlio dopo mesi di disperazione.

Tra le giornate di lunedì e domenica, due segnalazioni telefoniche erano pervenute al Numero Unico di Emergenza 112 dell’Arma che indicavano per le strade della zona un ragazzo che, apparso trascurato e sembrava vagasse senza meta.

Il 7 giugno alle 20, poi la telefonata della donna che aveva visto il giovane nella seguita trasmissione di Rai 3.

I Carabinieri, dunque, hanno individuato Marco lungo la SP 45, in contrada “Gremile”, verso le  20.30.


Il giovane era particolarmente trasandato e provato, in precarie condizioni igieniche, inoltre non è riuscito a fornire indicazioni utili ai Carabinieri circa i motivi della sua presenza, e non portava con sé alcun documento, oltre che fornire loro generalità non esatte.

I Carabinieri hanno attivato i soccorsi del servizio sanitario 118, il cui personale ha trasportato il giovane presso l’Ospedale Civile di Lagonegro, laddove è stato sottoposto alle cure del caso, per poi essere dimesso, accolto e ristorato presso la Compagnia di Lagonegro, così da completare le verifiche sul suo conto.

Dopo aver consultato i profili social del ragazzo di modo da rilevarne notizie identificative utili, e inviato la fotografia ai genitori, per certificarne il riconoscimento, i Carabinieri hanno potuto informare, oltre la famiglia, i vari uffici/istitutizioni che nel tempo avevano attivato e condotto le ricerche, evidentemente difficili ed articolate, proprio perché Marco Ghedini è stato rintracciato in un luogo ben distante dal suo domicilio e dai suoi interessi, la cui scomparsa era stata denunciata presso la Stazione Carabinieri di Castelmassa (Rovigo) il 23 marzo 2021.

Alla fine non si può che sottolineare la gioia e soddisfazione dei genitori, insieme ai Carabinieri, per la positiva conclusione della vicenda, il cui epilogo si è registrato proprio presso la Caserma dell’Arma di Lagonegro, ove il padre e la madre si sono precipitati, al termine di un lungo viaggio dal nord-Italia, per riavere con sé il figlio e ringraziare gli uomini dell'Arma, insieme a coloro che hanno collaborato e contribuito affinché ciò fosse possibile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


GLI SPECIALI

Tesori. Alla scoperta del territorio tra mare e lagune
speciali: TESORI tra fiumi terra e lagune

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl