you reporter

FICAROLO

Una panchina rubata dai ladri

Incredibile episodio sull'argine: la seduta sparisce nella notte.

Una panchina rubata dai ladri

31/08/2021 - 10:49

Rubata la panchina sull’argine del Po. E’ successo nei giorni scorsi, anzi, forse sarebbe più corretto dire nelle notti scorse, quando qualcuno approfittando dell’oscurità e del pochissimo traffico presente sulla strada arginale del Grande Fiume, ha pensato bene di rubare la panchina posizionata sulla sommità dell’argine dl Po, in prossimità dell’ex zuccherificio, meta di molte persone che approfittavano della tranquillità del luogo per riposare magari dopo una lunga camminata o un allenamento in bici, o semplicemente per sedersi e gustare il suggestivo tramonto che solo il vecchio fiume riesce a regalare.

Un lavoro non semplicissimo e che deve avere impegnato per diverso tempo coloro che hanno deciso di fermarsi, parcheggiare il mezzo sicuramente non piccolo viste le dimensioni e il peso della panchina, prodigarsi per disancorarla dal cemento alla quale era fissata con robuste viti per poi caricarla e far perdere le proprie tracce.

Un lavoro “pulito” che avviene a pochi giorni di distanza dall’atto di vandalismo che ignoti hanno perpetrato ai danni delle altre strutture in legno, panchine, tavoli e tettoia, installate nell’area di sosta presente, sempre sulla sommità arginale, nei pressi del ponte che collega le due sponde del fiume.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • vicpaolo

    01 Settembre 2021 - 10:10

    Il bene pubblico non viene assolutamente considerato, in casi come quello di Ficarolo bisognerebbe che la legge fosse molto dura, per far capire che il danno viene fatto a tutti. Basta con questi atti vandalici. I teppisti sanno che la faranno franca e comunque non pagheranno per il gravissimo danno.

    Rispondi

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl