you reporter

Scuola

Studenti alla conquista della Spagna

Progetto Erasmus per alunne e alunni delle superiori altopolesane

Studenti alla conquista della Spagna

28/04/2022 - 13:42

Progetto “Erasmus+: sustain_us”: studenti del Bellini e del Bari alla conquista della Spagna. Dopo due anni di meeting e attività online, il progetto “Erasmus+: sustain_us” dell’Iis Munari ha spiccato il volo. Tre alunne dell’Ipsaa Bellini di Trecenta e un alunno dell’Ipsia Enzo Bari di Badia Polesine, accompagnati dalle docenti d’inglese Graziella Turatti (coordinatrice del progetto), e Nadia Occari, sono stati ospiti dell’Ies Jacarandà di Brenes, nei pressi di Siviglia. L’appuntamento era stato rinviato più di una volta, quindi arrivati al “d-day” studenti e docenti erano davvero eccitati al pensiero di poter conoscere dal vivo alcune delle persone che avevano visto tante volte ma solo dietro allo schermo del pc.

Già all’aeroporto di Malaga il gruppo di italiani ha incontrato i partner greci e la sinergia è stata immediata e travolgente. Il programma di lavoro è stato denso di attività collaborative e formali a scuola ma anche non formali sul “campo”. Oltre alle visite culturali della città di Siviglia con los Reales Alcazares, il parco Maria Luisa ed il quartiere di Triana, molto interessanti sono state le escursioni dirette ad approfondire il tema della sostenibilità in campo agroalimentare su cui si basa il progetto. A Trebujena, alla foce del Guadalquivir una guida naturalistica ha illustrato i principi dell’acquacoltura e un pescatore locale ha mostrato tecniche di pesca tradizionali, mentre nella nella regione degli Alcores si è potuto far visita ad una piccola azienda agraria che si occupa di agricoltura rigenerativa e biodinamica, per terminare poi con l’esperienza di degustazione di vari tipi di olio extravergine di altissima qualità prodotto prodotto da un piccolo frantoio biologico locale, con gli olive arbequina. L’olio extravergine d’oliva è una miniera di sensazioni, al suo interno conserva una ricchezza di sapori inimmaginabili che studenti e docenti hanno piacevolmente scoperto. A conclusione della settimana, gli studenti si sono cimentati in un corso di cucina spagnola presso il mercado de Triana preparando, sotto la guida di uno chef locale, le tradizionali tortilla de patata e gazpacho.

Al ritorno, riflettendo sul valore della mobilità Erasmus gli alunni hanno tratto queste conclusioni: “In una sola settimana sono riuscita ad instaurare rapporti di amicizia che spero di poter coltivare anche in futuro”(Asia); “pochi giorni così intensi sono bastati a migliorare la mia autostima e mi hanno aiutata a orientare le mie scelte future”(Alice); “abbiamo potuto condividere culture, abitudini e tradizioni locali: un’esperienza unica!”(Ilaria). Infine, tutti hanno potuto “toccare con mano” quanto sia importante conoscere l’inglese e anche altre lingue straniere come “chiave per la porta della conoscenza” (Asia). L’esperienza Erasmus, ovunque sia, è sempre arricchente per tutti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl