Cerca

STIENTA

E’ un trionfo di “Fiori e sapori”

In tanti in piazza Santo Stefano nel weekend. Oltre 50 espositori, tra florovivaismo, gastronomia e antiquariato

E’ un trionfo di “Fiori e sapori”

In tanti in piazza Santo Stefano nel weekend. Oltre 50 espositori, tra florovivaismo, gastronomia e antiquariato

Il caldo si è fatto sentire ma, nonostante questo, “Fiori e sapori”, la manifestazione organizzata dalla Pro loco “Caligo”, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, che a Stienta ha coniugato tanti saperi e piaceri legati al territorio è stata un grandissimo successo.

Tante, tantissime persone in piazza Santo Stefano sia sabato che domenica fino a pomeriggio inoltrato in visita agli oltre 50 espositori, tra florovivaismo, gastronomia e antiquariato, senza dimenticare i laboratori e, in particolare, quello in collaborazione con l’apicoltura “Ai Tigli” per l’evento, dedicato soprattutto ai più piccoli, “Conosciamo le api” e, domenica mattina, il laboratorio artistico-sensoriale organizzato dal comitato di gestione della locale biblioteca comunale.

Insomma, a Stienta nel fine settimana appena concluso c’era davvero un’occasione di divertimento per tutti e la risposta è stata importante: “Nonostante il caldo torrido - spiega Lara Fenzi, una delle anime di Pro loco Caligo di Stienta - siamo stati molto contenti. È passata tanta gente in piazza, davvero tantissima. Non abbiamo idea di quante siano state le presenze, l’accesso era libero e gratuito, ma i momenti di calma sono stati molto pochi. I laboratori sono stati un successone, i bambini hanno partecipato e hanno apprezzato molto le proposte, ancora più successo per i fiori e, in particolare, per l’allestimento del florovivaista di casa nostra, Erri Faccini, con i fiori arrivati direttamente da Euroflora 2022 di Genova.

E poi, a Stienta non poteva proprio mancare, la meravigliosa e altrettanto saporita ‘Gara del salame da taglio’, vinta dall’insaccato di un nostro produttore locale, Claudio Pancaldi. Siamo riusciti a mettere insieme tradizione e prospettiva, percorsi educativi e rispetto per l’ambiente, prodotti locali, accoglienza e, finalmente, l’occasione di incontrarci in piazza”.

Insomma, possiamo affermare che la missione è compiuta: “Assolutamente sì - chiude Fenzi - È stata una faticaccia ma ne è valsa davvero la pena”.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy