Cerca

I cittadini badiesi e il sindaco concordi <br/> "I rom via da qui, sono un danno"

37086
Dopo l'incidente dell'altro giorno che ha visto una donna ferita e il conducente delle vettura, molto probabilmente rom, scappare, monta la polemica a Badia per la loro presenza.
Sono bastate poche ore perché la notizia dell’incidente in via Dal Fiume a Badia Polesine facesse il giro della città. La fuga del conducente di una delle due vetture coinvolte, che ha abbandonato la propria macchina e se l’è data a gambe levate, lasciando sul posto una donna ferita e potenzialmente grave, ha ovviamente toccato tutti.

Ma l’aspetto che ha fatto montare maggiormente la rabbia (e quindi riacceso la polemica) è il fatto che il proprietario della vettura fosse un nomade, forse un cittadino rom. Il dettaglio che l’incidente sia avvenuto a pochi metri da via Francavilla, luogo dove ha trovato residenza un accampamento abusivo, ha rafforzato l’ipotesi. Arrivare a concludere che proprietario e conducente fossero la stessa persona è stato quasi automatico e molti cittadini badiesi sembrano non avere dubbi.

“Tra via Vallazza e via Francavilla gli zingari hanno un percorso rallistico su strada – commenta una badiese - E prima o poi doveva succedere qualcosa. Ultimamente fermano anche chi passa davanti al loro campo rom, e sono ubriachi fradici”.

Il comune di Badia Polesine non nasconde che c’è da tempo nelle sue mire lo sgombero degli abusivi. “E’ ancora di difficile realizzazione, per diversi motivi. La legge italiana non rende immediato questo tipo di interventi - spiega Fantato - nonostante i sopralluoghi e gli accertamenti delle forze dell’ordine. Ci arrivano varie segnalazioni e non le stiamo ignorando”.

Ci sono infatti problemi di igiene, decoro urbano, rispetto delle norme. Qualche settimana fa il comune ha tagliato gli allacciamenti (totalmente irregolari) al campo di Villa D’Adige. “Nei poteri del sindaco, però, non c’è quello di ordinare sgomberi senza che prima siano stati fatti controlli e passaggi intermedi – sottolinea Fantato - anche a tutela di eventuali minori che vivano in queste famiglie. Se se ne vanno però, per un motivo o per l’altro, sono contento - aggiunge - Questo ed altri episodi dimostrano che la loro presenza è solo un danno per Badia Polesine e per qualsiasi comune”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy