you reporter

A Badia commovente ricordo <br/> della famiglia Rossi per la Liberazione

37944
BADIA POLESINE - Settant’anni di Liberazione tra memoria e patriottismo: così Badia Polesine ha festeggiato la storia italiana e un pezzo anche di storia badiese.

Nel municipio ieri mattina si è svolta infatti la commemorazione in onore della famiglia Rossi, in particolare di Teobaldo, Giovanni e Ugo Rossi, che persero la vita il 24 aprile del ’45, per mano delle Ss.

Il sindaco Gastone Fantato ha aperto la cerimonia con un invito a non dimenticare i fatti terribili avvenuti nel passato e ha lasciato che fossero poi i ragazzi della scuola secondaria di primo grado Gherardo Ghirardini a dare il loro contributo per la memoria. Gli studenti, aiutati dagli insegnanti, hanno portato diverse letture sul tema della Liberazione e realizzato una riflessione che ha coinvolto anche il numeroso pubblico presente, composto tra gli altri anche dalle associazioni combattentistiche e d’arma.

La cerimonia è stata anche l’occasione per consegnare alla scuola media una borsa di studio del valore di mille euro, ogni anno divulgata da parte del comune e della famiglia Rossi, per aiutare l’istruzione pubblica. Tutta la sala consigliare si è alzata in piedi per cantare ad una sola voce l’Inno di Mameli.

La commemorazione si è quindi spostata in piazza Vittorio Emanuele II, sotto la stele della Torre civica, per la la resa degli onori ufficiali alle bandiere e ai caduti in guerra. Infine un’ultima tappa in Abbazia della Vangadizza, dove è stata inaugurata la mostra dell’Isers. I ragazzi delle medie hanno così potuto osservare il percorso fotografico riguardante la seconda Guerra mondiale.

“Gli italiani hanno saputo riscattarsi”, ha commentato l’organizzatore della mostra, Livio Zerbinati. “La libertà è come la salute – ha detto il sindaco agli studenti – Si capisce quanto sia importante quando non la si ha più”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl