Cerca

Botte e bastonata alla moglie <br/> 50enne condannato

tribunale[1].JPG

Il tribunale di Rovigo

Due anni e sei mesi di condanna per maltrattamenti in famiglia
BADIA POLESINE - Due anni e sei mesi di reclusione per maltrattamenti in famiglia. E’ questa la condanna inflitta ieri, in tribunale a Rovigo, ad un 50enne, per fatti commessi a Badia Polesine nei confronti della moglie, anche lei sui 50 anni, sia durante il matrimonio, sia dopo la separazione.
Secondo il capo d’imputazione, l’uomo avrebbe minacciato e molestato la moglie già legalmente separata. E avrebbe pronunciato frasi del tipo: “Io non me ne vado, qui ci sono i miei figli, smettila di gridare se no con un bastone ti spacco la testa”, oppure “adesso ti ammazzo”. Non solo: sempre in base al capo di imputazione, le avrebbe lanciato un bastone che l’avrebbe colpita alla gamba sinistra. E, in un caso, avrebbe danneggiato l’autovettura della donna, frantumando con il casco il parabrezza anteriore. Tutti fatti che si sarebbero verificati da fine gennaio 2011, dopo la separazione di fatto, fino al giugno del 2011. Ma all’uomo erano anche contestati maltrattamenti alla moglie durante il matrimonio, con episodi in cui l’avrebbe percossa e presa per il collo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy