Cerca

Le parole danzano sotto l'arco <br/> letture e musica a Castel Trivellin

Lendinara

45255
Serata di danza sotto Castel Trivellin a Lendinara.
LENDINARA - L’arco del Castel Trivellin è stato il fondale scenico dello spettacolo “La danza delle parole, che ha unito recitazione, musica e danza”. E’ successo sabato sera a Lendinara. In una cornice insolita come quella dell’arco, che rappresenta una delle antiche porte di accesso alla Lendinara medievale, sono andate in scena le letture scelte e recitate magistralmente da Velida Fontan, con il suggestivo accompagnamento musicale dei Japanese but Goodies. Le cento città di Vincenzo Costantino, Ma perché non funziona tutto come nei film? di David Grossman, Anima di Stefano Benni, Il giorno più bello di Madre Teresa di Calcutta, Lettera di un padre alla figlia di Riccardo Rossi sono solo alcune delle letture proposte.

Accanto alla forza delle parole e alla magia della musica, i passi di danza su coreografie dell’Atelier danza Rovigo di Anna Gandolfi, che hanno saputo fondersi coi brani e le suggestioni musicali della serata.
Un tocco in più allo spettacolo è stato dato dalle luci, cromie emozionali firmate da Umberto Menon al service, che hanno dipinto e ridisegnato in un gioco di chiari e scuri l’arco del Castel Trivellin.
“E’ stata una sorta di esperimento dove parole, musica e danza ci hanno cullato in un viaggio emozionale, con sullo sfondo l’arco di Castel Trivellin” commenta soddisfatta la presidente della Pro loco Alda Marchetto. “L’idea di rivalutare angoli della nostra bella città un po’ dimenticati e di farli rivivere attraverso eventi nasce dal nostro sindaco. L’arco del Castel Trivellin ha sempre avuto un forte richiamo nella mia fantasia di bimba ed è stato quindi il primo angolo di Lendinara da me scelto. Una serata, dunque, riuscita data l’affluenza di pubblico e l’entusiasmo con cui è stato accolto lo spettacolo”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy