you reporter

Torre civica per Iat e Pro Loco <br/> la proposta dell'assessore Bassal

Lendinara

45360

17/08/2015 - 12:00

di Samantha Martello

LENDINARA – Utilizzare gli spazi della Torre dell’orologio per accogliervi l’ufficio Iat e la Pro loco di Lendinara. Questa la proposta che mette sul tavolo l’assessore ai lavori Nabeel Bassal, dopo la conclusione dei lavori di restauro, risanamento e messa in sicurezza della Torre civica. L’intervento, avviato a marzo ad opera della Versab restauri di Badia Polesine, ha permesso il recupero esterno dell’immobile e la sua messa in sicurezza per una spesa complessiva di 178mila euro, a cui si aggiungono gli oltre 30mila euro necessari per il recupero degli spazi interni della Torre.

“Si stanno ultimando i lavori sulla pavimentazione interna e quelli di sistemazione del bagno, sarà poi montata la scala tra il primo e il secondo piano, e si dovrà procedere con la tinteggiatura. Si tratta insomma di migliorie che permetteranno di rendere accoglienti gli ambienti interni” comunica l’assessore Bassal, il quale informa che “La somma necessaria per lo svolgimento dei lavori interni, che si punta a chiudere entro il mese, si aggira sui 35mila euro a cui sarà data copertura con fondi del bilancio comunale”.

Una volta ultimato l’intero recupero della Torre dell’orologio, si dovrà capire come usufruire di questi nuovi spazi. Come spiega Bassal, però, sul tavolo dell’amministrazione c’è già una proposta, quella di poter collocare all’interno dello storico immobile l’ufficio di Informazione e accoglienza turistica e la sede della Pro loco cittadina. “Per ora questa è un’idea – precisa l’assessore – ma che potrebbe rivelarsi adeguata per questi due enti, che si occupano della promozione di Lendinara e dei suoi eventi”. Nel frattempo, l’amministrazione comunale ha messo in agenda la sostituzione delle fioriere, sistemate per segnalare la chiusura al traffico di via Cesare Battisti, che corre proprio sotto l’arco della Torre. “Le due fioriere sistemate provvisoriamente, saranno sostituite da un’altra tipologia di fioriere esteticamente più gradevoli e più funzionali, dal momento che potranno essere rimosse in caso di necessità, come ad esempio per il passaggio dei mezzi di soccorso” informa l’assessore.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl