Cerca

Emergenza migranti <br/> le mille storie di chi sbarca

Lendinara

ambiente[1].JPG

Alcuni momenti della Festa dell'Ambiente

I racconti di chi ha dovuto lasciare il suo Paese al centro della Festa dell’ambiente.
LENDINARA - Salire a forza su un barcone con i fucili puntati addosso, e navigare con la speranza di poter essere soccorsi da una nave amica oppure lasciare il paese natio, dove hanno trovato la morte i propri cari, e sognare democrazia e libertà sbarcando in Europa. Questi sono solo alcuni scampoli delle storie di Haruna Bah e di Mohamed Saalah Haidara, che domenica, per la Festa dell’ambiente all’ex pescheria, hanno raccontato come e perché sono giunti in Europa.
L'evento infatti, organizzato dal Comitato Lasciateci respirare di Lendinara, quest’anno è stato l’occasione non solo per fare il punto sulle battaglie in difesa dell’ambiente e della salute ingaggiate dal Comitato, ma anche per riflettere sul tema del rispetto dei popoli partendo dal fenomeno dell’immigrazione.





Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy