you reporter

Botte e stalking alla sua ex <br/>marocchino finisce sotto accusa

Rovigo

46344

11/09/2015 - 06:00

LENDINARA - Atti persecutori, sequestro di persona e lesioni personali. Sono queste le accuse a carico di un uomo di origini marocchine, sui 30 anni di età, per comportamenti tenuti nei confronti della sua ex compagna, una ragazza rumena, anche lei sui 30 anni di età, di Lendinara.

I comportamenti addebitati all’uomo sono legati ad una serie di episodi che si sarebbero verificati in un periodo compreso tra la fine di giugno e luglio scorsi, tra Arcugnano, in provincia di Vicenza, e Lendinara.

Secondo quello che è emerso, anche in base alle indagini condotte dai carabinieri di Lendinara, il nordafricano accusava la sua ex di avere relazioni con altri uomini; al punto che, in un’occasione, l’avrebbe costretta a fargli vedere il suo cellulare per poterla controllare.

Diverse le condotte illecite che vengono contestate all’uomo, il quale le ha giustificate spiegando che, in base al suo credo, “la donna deve essere sottomessa al marito”, al punto da poter subire anche quelle condotte violente quando lui vuole. Strattonamenti, botte, schiaffi, capelli tirati. Non solo: in un episodio, per l’accusa, la ragazza è finita contro una finestra, procurandosi tagli in conseguenza di quella caduta. Lei stessa era andata a Vicenza per parlare al suo ex, per qualche ragione, ma lui, per l’accusa, l’aveva malmenata, schiaffeggiata e strattonata.

La donna, peraltro, aveva già sporto querele nei confronti del marocchino, il quale in un caso l’aveva costretta ad andare con lui in macchina a Vicenza proprio per indurla a ritirare le denunce che la donna aveva presentato ai carabinieri. Da questo episodio, l’accusa di sequestro di persona.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl