Cerca

I fondi regionali non arrivano <br/> museo civico ancora in stand by

Badia Polesine

46486
Il museo civico di Badia al momento è senza fondi, e così il progetto di restauro è ancora in alto mare.
BADIA POLESINE - Museo civico senza fondi, e così il progetto di restauro è costretto a restare fermo. Con esso, purtroppo, anche il futuro della collezione Balzan rimane da chiarire. Perché, se è vero che la quadreria resta a Badia Polesine, la sua collocazione attuale nel ridotto del teatro sociale non è particolarmente adeguata.

“Servirebbe più spazio - spiega il sindaco Gastone Fantato - e questo spazio al momento non lo abbiamo. I quadri nel ridotto sono ‘sacrificati’ e la bellezza di una visita alla collezione viene sminuita dal poco respiro della disposizione in cui si trovano ora. Vorremmo che la situazione cambiasse, ma attualmente abbiamo le mani legate”.

L’amministrazione comunale punta molto sulla quadreria Balzan dal punto di vista del turismo culturale. Da quando è stata aperta, la preziosa collezione è stata fonte di visite e di collegamenti con i beni culturali di altre città.

Il problema resta il museo civico. L’idea dell’amministrazione sarebbe quella di realizzare un polo culturale in Abbazia, dove andrebbero a trovare collocamento anche la biblioteca Bronziero e il museo Baruffaldi. Ciò però non è possibile finché la regione non concede i fondi per il restauro del palazzo dove il museo si trova ora, e dove verrebbe spostata poi la quadreria. Fondi che sono stati chiesti ormai ancora un anno fa, e per i quali non si è ottenuta risposta. Il Comune aveva infatti partecipato ad un bando regionale per un importo complessivo di 830mila euro, il 69% dei quali sarebbero stati coperti dalla regione, mentre 132mila euro erano a carico della fondazione Cariparo e 125mila euro ottenuti dal Comune con l’alienazione di uno degli immobili di palazzo Piana.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy