you reporter

Tari, giro di vite su chi non paga<br/> ad ottobre le cartelle di sollecito

Lendinara

46576
LENDINARA - Tari, giro di vite da parte dell’amministrazione comunale sugli insoluti della tassa rifiuti che, per il 2013 e 2014, ammontano complessivamente ad oltre 400mila euro. L’amministrazione non intende retrocedere di un passo sul fronte della riscossione della Tari riferita alle due annualità precedenti il 2015.

“Gli incassi della Tari ad un anno dalla sua introduzione non vanno male - si fa sapere dall’amministrazione con una nota - Il piano finanziario 2015 è stato chiuso a un milione 846mila euro ed i lendinaresi hanno già versato un acconto per 787mila 304 euro sui 923mila euro emessi, con un ritorno quindi dell’85%”.

Se da una parte le previsioni per l’incasso della Tari appaiono incoraggianti, dall’altra parte rimane lo zoccolo duro degli insoluti degli anni 2013 e 2014 a preoccupare l’amministrazione. Negli ultimi mesi è, infatti, iniziata la fase finale delle verifiche svolte dall’ufficio tributi, incrociando anche i dati forniti per il 2013 dal precedente gestore, vale a dire Ecoambiente. Sono, dunque, in arrivo le prime cartelle per chi non ha provveduto al pagamento, anche dopo aver ricevuto le raccomandate di sollecito partite lo scorso febbraio. Ora gli importi richiesti saranno, quindi, comprensivi delle sanzioni del 30% sul non pagato e degli interessi di mora.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl