Cerca

Sgombero del campo rom <br/> ora si studia la bonifica

Badia Polesine

48573
Dopo lo sgombero delle roulotte in via Masetti a Badia Polesine, ora tocca all'opera di bonifica dell'area in cui si trovavano.
BADIA POLESINE – Sgombero del campo rom di via Francavilla, adesso è il momento di fare i conti con ciò che è rimasto.

Cinque giorni fa, le roulotte che occupavano il cortile di un’abitazione diroccata di zona Masetti sono state spostate. Gli abusivi che le utilizzano come “residenze” improvvisate se ne sono andati, grazie all’ordinanza emessa dal comune di Badia Polesine a causa della natura pericolante dell’edificio che sorge sul cortile.

L’area è stata lucchettata, con tanto di divieto di accesso, mentre due carroattrezzi si sono occupati di spostare le roulotte allo stadio Verzaro, dove si trovano tuttora. La situazione però non può restare la stessa ancora a lungo. Il fatto che l’area sia inagibile non risolve il problema, al contrario ne crea uno: la necessità, adesso che gli abusivi se ne sono andati, di risanare il cortile e l’edificio dal degrado in cui è rimasto per molti mesi.

Un primo sopralluogo, effettuato il giorno stesso dello sgombero dell’accampamento, ha rivelato la presenza di materiale potenzialmente nocivo, tra cui persino pezzi di amianto. Una bonifica andrà fatta quanto prima, spiega il sindaco Gastone Fantato. “Il terreno appartiene a un privato, che è stato informato della situazione", commenta il primo cittadino.

Resta aperta la questione delle roulotte: la sistemazione al campo Verzaro è ovviamente provvisoria. E, da ultimo, resta anche la preoccupazione di che fine abbia fatto la decina di adulti rom che abitavano in via Francavilla: uno di loro la scorsa settimana ha tentato un furto di denaro al bar Campo.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy