you reporter

Ex ospedale destinato ai servizi <br/> antiviolenza e mamma-bambino

Lendinara

49197
LENDINARA – Destinare solo un piano dell’ex ospedale alla futura comunità educativa mamma-bambino ed al prospettato centro antiviolenza con casa rifugio, così da utilizzare l’ultimo piano per altri servizi sociosanitari.

È questa, secondo quanto fa sapere l’assessore ai lavori pubblici Nabeel Bassal, la possibile modifica al progetto di recupero dell’ex ospedale attualmente al vaglio dell’amministrazione, che stando agli accordi definiti con l’Ulss 18 si occuperà del recupero del terzo e del quarto piano dell’ex nosocomio.

Una quindicina di giorni fa, il consiglio comunale lendinarese ha infatti varato l’accordo tra l’ente e azienda sanitaria, che prevede tra l’altro la concessione in usufrutto al Comune, per trent’anni anni, degli spazi individuati al terzo ed al quarto piano dell’immobile.

Il progetto prevede che, per questi due piani, si proceda con la realizzazione di una comunità educativa mamma-bambino e di un centro antiviolenza con casa rifugio, ma un assestamento del progetto potrebbe essere dietro l’angolo.
“Stiamo valutando la possibilità di realizzare il centro antiviolenza con casa rifugio e la comunità educativa mamma-bambino su un solo piano, anziché su due come inizialmente pensato” spiega l’assessore ai lavori pubblici Nabeel Bassal. “Questo ci permetterebbe di destinare l’ultimo piano, il quarto, per servizi di tipo sociosanitario che potranno essere definiti insieme all’Ulss”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl