you reporter

Sfiorano l'incidente in piazza <br/>rissa tra due italiani e due rumeni

Badia Polesine

49170
BADIA POLESINE – Scene da Far West in pieno centro: ieri mattina il mercato del mercoledì si è trasformato nel teatro di una violenta rissa, la seconda nel giro di pochi mesi.

Questa volta, però, la zuffa è costata anche una testa rotta e minacce con tanto di spranga di ferro. L’episodio ha visto coinvolti due cittadini di nazionalità rumena e due italiani: all’origine della lite pare sia stato un diverbio su una questione di precedenza sulla strada. I numerosi testimoni che hanno assistito all’accaduto, intorno alle 10 di ieri, raccontano tutti la stessa dinamica: i due romeni guidavano una Fiesta rossa attraversando piazza Vittorio Emanuele II, quando hanno tentato di superare un furgone che contemporaneamente effettuava la manovra di immissione nella stessa strada. Lo scontro sfiorato tra i due veicoli è diventato scontro verbale: i due rumeni non avranno gradito l’invito, forse non particolarmente gentile, di fare attenzione, e hanno replicato a tono.

Poi sono ripartiti sgommando, tentando di nuovo di superare il furgone, che però non aveva intenzione di cedere e farli passare per primi. L’insolito “valzer” tra i due veicoli si è risolto con lo slancio della Fiesta, che è riuscita ad immettersi in via Sant’Alberto. Per poi, però, fermarsi nel mezzo della strada, mentre i suoi due proprietari scendevano dal veicolo e tornavano a piedi verso il furgone, da cui nel frattempo gli altri due erano scesi minacciando botte. Il diverbio inizialmente solo verbale si è trasformato velocemente in una rissa, sotto gli occhi stupefatti dei commercianti e dei badiesi al mercato, con tanto di urla e ingiurie.


Tra gli spintoni e i pugni, sarebbe comparsa anche una spranga di ferro. Fortunatamente a pochi metri si trovava un agente del vicino comando dei Carabinieri, che è intervenuto per provare a dividere i quattro uomini.


Sul posto sono poi sopraggiunti anche gli uomini della stazione di Rovigo e alcuni agenti della Polizia locale in rinforzo. È stata chiamata anche l’ambulanza, per soccorrere uno dei quattro, un rumeno rimasto ferito durante la colluttazione e che grondava sangue da una ferita alla testa. Nonostante l’intervento delle forze dell’ordine, i quattro hanno continuato a minacciare vendetta reciproca. “E’ stata una scena da brividi, incredibile – racconta uno dei commercianti alle bancarelle del mercato – Mai vista una cosa simile. I toni si sono accesi così velocemente e tutti eravamo impietriti”. Attorno alla zuffa si è creato un numeroso pubblico, con tanto di osservatori dalle finestre delle case e dall’interno dei negozi. Un episodio simile alla rissa tra rom avvenuta quest’estate, sempre tra la piazza e via Sant’Alberto. Con la differenza che questa volta, grazie al mercato del mercoledì, c’erano molte più persone a vedere la scena. E ieri, in piazza, non si parlava d’altro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl