you reporter

Trasferta a Ferrara per De Chirico <br/>per il locale circolo del Rotary Club

Badia Polesine

51214

07/12/2015 - 13:30

di Stefania Sgardiolo

FERRARA - “De Chirico a Ferrara Metafisica e avanguardie” a Palazzo Diamanti è stato il file rouge dell’Interclub-Intermeeting Lions Club Portomaggiore San Giorgio – Rotary Club Badia-Lendinara-Alto Polesine svoltosi venerdì scorso.

Momento particolarmente suggestivo anche perché inaspettato, è stato quando, durante la visita, davanti al quadro “Alceste” Eugenio Bolognesi, nipote della ragazza dipinta dal celebre pittore metafisico, ha esordito parlando del recente ritrovamento di ben cento lettere (alcune in mostra) inviate da De Chirico alla Bolognesi quando da Ferrara l’artista si trasferì a Roma, appena terminato il Primo conflitto mondiale.

Dopo la visita alla prestigiosa mostra i convenuti si sono ritrovati, per la conviviale, all’istituto alberghiero “Orio Vergani’” che ha proposto un menu d’eccezione come anche la scelta dei vini ed il servizio ai tavoli dei ragazzi dell’istituto. Il saluto di rito è stato portato da Franco Gobbi presidente del Rotary Club Badia-Lendinara-Alto Polesine.

La serata è volta al termine con l’esaustiva relazione della dottoressa Alessandra Giorgio, afferente la mostra di De Chirico ed a seguire il congedo della padrona di casa, Roberta Monti, attorniata da tutti i ragazzi dell’Istituto Vergani al lavoro in modo eccellente durante tutta la serata.

L’antico ingresso da via Sogari ha accolto i numerosi convenuti dell’Interclub nel Palazzo Pendaglia appunto sede dell’Istituto Alberghiero Orio Vergani dal 1985, condotto con impegno quotidiano per la sua valorizzazione dalla presidente Monti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl