Cerca

Rifiuti abbandonati, lo smaltimento costa 10mila euro

Il caso

67371
Del costo dell'operazione dovrà farsi carico il comune, che dovrà ricorrere al fondo di riserva. Nel frattempo i 150 bidoni con residui di vernici e decoloranti restano al loro posto.
Nessun passo avanti per i rifiuti speciali abbandonati a Badia Polesine. I circa 150 bidoni ritrovati a fine ottobre vicino agli impianti sportivi non sono ancora stati smaltiti e, secondo l’ufficio ambiente del comune, la situazione potrebbe restare invariata ancora per un bel po’.



Del ritrovamento erano state subito allertate le autorità competenti: l’Arpav, la Provincia di Rovigo e la Regione Veneto, da cui si attendevano delle risposte. Qualche giorno fa la Provincia si è fatta viva ma solo per dire che i bidoni, in qualità di rifiuti urbani, dovranno essere smaltiti dal comune, a cui spetta dunque il compito di procurarsi i circa 10mila euro necessari all’operazione.



Allo smaltimento, potrebbe aggiungersi poi la bonifica dell’area interessata nel caso in cui la contaminazione del terreno superi la soglia stabilita. Nonostante i bidoni contengano residui di vernici e decoloranti per il legno, il rischio di inquinamento, per ora, non sembra elevato visto che nelle vicinanze non ci sono corsi d’acqua.



Il problema principale al momento resta quello economico: lo smaltimento, infatti non può essere caricato nelle bollette dei residenti, non trattandosi di rifiuti prodotti dalle famiglie, motivo per cui il comune dovrà ricorrere al Fondo di riserva.


Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy