you reporter

Tomba di famiglia, odissea infinita

Lusia

75659
“Tante promesse, ma ad oggi non sono seguiti i fatti”.


È arrabbiato e amareggiato Luigi Chioatto, cittadino di Lusia, che da anni vanta una questione irrisolta con il Comune, che ha per oggetto la tomba di famiglia che l’uomo ha fatto realizzare nel cimitero di Lusia e nella quale, però, si sono rilevate importanti infiltrazioni d’acqua.
Una tomba in grado di accogliere, quando sarebbe arrivato il momento, lui e la moglie per l’eterno riposo.


Questo era il progetto dell’uomo, ma qualcosa non è andato come previsto e la vicenda, nata nel 2003 dopo la stipula tra Chioatto ed il Comune di Lusia di un contratto per la costruzione della tomba di famiglia, ad oggi non ha trovato una soluzione. “Fin da subito si è rilevato, all’interno della tomba, il problema delle infiltrazioni d’acqua, legato probabilmente alle fondamenta realizzate dal Comune” racconta l’uomo che, dal 2012 si è rivolto alla Federconsumatori di Rovigo nel tentativo di trovare una risoluzione al problema, percorrendo senza esito positivo anche la strada di una procedura di mediazione.


“Alcuni interventi il Comune li ha fatti, ma non è stato risolto nulla” dice. “Mi sono rivolto in più di un’occasione direttamente anche all’amministrazione e mi è stato assicurato che ci sarebbe stato un intervento per risolvere il problema delle infiltrazioni d’acqua ma, ancora una volta, non ho avuto risposte concrete. Solo promesse, tante, a cui però non sono seguiti i fatti” afferma amareggiato Chioatto. E aggiunge “Ho speso circa 14mila euro per questa tomba. Gli anni passano anche per me e sono preoccupato che la cosa possa non essere risolta”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl