Cerca

Colpo riuscito, dall'impianto di Badia spariscono i pannelli solari

Furti

76048
Dopo il buco nell'acqua di ieri a Stienta, i ladri del fotovoltaico stanotte hanno saccheggiato l'impianto di Badia. Il copione è sempre lo stesso. Il valore del bottino, invece, resta da definire.
Questa volta il colpo è riuscito: i ladri di pannelli fotovoltaici che da qualche settimana si aggirano per il Polesine sono riusciti a depredare l'impianto di Badia.



Dopo il buco nell'acqua di ieri, quando le sirene dell'allarme avevano costretto i predoni ad abbandonare l' impianto di Stienta ([url"Leggi l'articolo"]http://www.polesine24.it/Detail_News_Display/MedioAltoPolesine/impianto-fotovoltaico-preso-d-assalto-ma-l-allarme-fa-il-suo-dovere[/url]), stanotte i ladri sono fuggiti con un bel bottino.



Il copione è sempre lo stesso: aprire un varco sulla recinzione che delimita il perimetro dell'impianto e, una volta all'interno, rimuovere quanti più pannelli possibile. E stavolta ci sono riusciti prima che l'arrivo delle forze dell'ordine e della sorveglianza potesse costringerli alla ritirata.



Erano da poco passate le 23 quando i militari delle stazioni di Ceregnano e di San Martino di Venezze hanno raggiunto il campo fotovoltaico di via Orti per constatare il furto, il cui valore preciso resta ancora da definire.






Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy