you reporter

Nomadi arrestati per violenza sessuale, rapina e sequestro

Questura

Sono rinchiusi nel carcere di Rovigo da domenica 2 aprile due nomadi residenti a Badia Polesine accusati di aver commesso una grave violenza sessuale, con rapina e sequestro di persona, ai danni di una ragazza.



I fatti, su cui sta indagando la procura di Reggio Emilia, con la polizia, riguardano un fatto violento avvenuto venerdì 31 marzo a Reggio Emilia, nel quartiere di Campo Volo. Secondo una prima ricostruzione, i due uomini hanno abusato della figlia di un complice, per ritorsione. Dovevano infatti dividere il bottino di un furto e per questo avevano avuto dei forti dissapori. Una ritorsione, insomma.



Oltre alla violenza sessuale sono contestati la rapina, visto che alla donna hanno scippato una grossa catenina d'oro dal collo e il sequestro di persona.



Hanno eseguito l'arresto gli uomini della polizia di Rovigo. Il gip di Rovigo, Alessandra Martinelli deve decidere della convalida dell'arresto.



Il servizio completo domani 6 aprile sulla Voce di Rovigo

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl