Cerca

Il sindaco: questa piazza non è una discoteca

Badia Polesine

badia[1].JPG

Il municipio di Badia Polesine

Lamentele da parte dei residenti per il rumore in piazza Vittorio Emanuele II: intervengono i vigili. Il sindaco: "La piazza non è una discoteca".
Lamentele da parte dei residenti per il rumore in piazza Vittorio Emanuele II: intervengono i vigili.



Rumore causato, pare, dalla festa in un locale del centro, sabato sera. Una pattuglia della polizia locale è stata inviata sul posto per l’occasione dal sindaco in persona.
Gastone Fantato dice chiaramente che la situazione deve cambiare, che il venerdì e il sabato va rispettato l’orario stabilito per quanto riguarda la musica dentro e fuori i locali cittadini, entro le 24, come scritto nell’apposita ordinanza.



“Avendo visto che in giro per la città c’erano dei manifesti che annunciavano una festa per sabato - dice Fantato - avevo ordinato una pattuglia di vigili urbani perché effettuasse il servizio di notte e perché andasse a verificare che non venissero fatti rumori molesti oltre il limite. Capita che di notte la piazza di Badia diventi un po’ un Far West, con macchine che corrono e altro, e anche per questo loro sono andati e hanno fatto il loro dovere”, ha spiegato Fantato, prima di aggiungere che riceve moltissime lamentele da parte dei cittadini e, abitando lui stesso in piazza, può confermare in prima persona che è difficile dormire prima delle tre di notte nel weekend.



“Come sindaco sono davvero stanco di raccogliere lamentele di questo tipo da parte delle persone che hanno il diritto costituzionale di non essere disturbate - ha detto il sindaco - La pattuglia ha quindi fatto il suo dovere, è stata disposta da me personalmente, anche se capisco che per loro lavorare la notte non sia piacevole, e me ne dispiaccio”.



Il sindaco ha spiegato che così la musica è cessata a ore ragionevoli. “Bisogna ricordare che la piazza di Badia non è una discoteca, questa diventa anche una questione di dignità della città. La piazza va usata nel rispetto di tutta la cittadinanza”, ha concluso il sindaco, che anche aveva già ribadito il concetto.



Il servizio sulla Voce dell'11 aprile
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy