you reporter

7 pusher in manette, spacciavano fiumi di droga e non solo in Polesine

Operazione antidroga

79363

10/05/2017 - 22:42

Il traffico di droga polesano è stato colpito al cuore. Grazie a una vasta operazione durata un paio di mesi, i militari del Nucleo investigativo di Rovigo hanno smascherato i responsabili di un giro di stupefacenti che riforniva non soltanto l'intero Polesine, ma anche la bassa padovana e il veronese.



Nella rete dei militari, ieri mattina, alle prime luci dell'alba sono finiti 7 spacciatori. Tra questi, 5 sono residenti a Badia Polesine, tutti di età compresa tra i 33 e i 35 anni, tranne uno che ne ha invece 72. Era proprio l'anziano a dirigere e coordinare il traffico di stupefacenti, il cui "posto di comando" era la sua abitazione di Crocetta, una frazione di Badia, adibita a base dello spaccio al dettaglio.



Da qui partivano i fiumi di droga destinati sia al Polesine, sia alle province confinanti. Nel corso della complessa operazione antidroga, chiamata "Nashi", che ha impegnato circa 50 militari tra maggio e luglio dello scorso anno, sono stati sequestrati: 1,2 chili di eroina, 120 grammi di cocaina, 150 grammi di hashish e alcune dosi di marijuana.



L'indagine, oltre a portare all'arresto di 7 spacciatori, ha permesso anche di perquisire le abitazioni di altri 14 indagati, trovati in possesso di droga, bilancini di precisione e altri strumenti usati per confezionare le dosi.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl