you reporter

Gianni Stroppa corre con "Adesso Badia!"

Verso le elezioni

79560

12/05/2017 - 20:58

Adesso Badia presenta la lista, con aperitivo “social" finale.


Si è svolta la presentazione ufficiale della lista, che propone Gianni Stroppa come candidato sindaco alle elezioni dell’11 giugno.


Una sala Soffiantini piena ha accolto il candidato sindaco, introdotto da Rachele Cicogna: “Questa è una serata importantissima per noi che ci crediamo. L’Abbazia della Vangadizza è il cuore e l'anima della città. Noi partiamo da qui, la immaginiamo connessa a tutte le realtà badiesi” ha concluso Cicogna, prima di cedere la parola a Stroppa.


“Ero emozionato quando la corsa è partita e ora lo sono ancora di più” ha detto Stroppa (vicesindaco e assessore negli ultimi cinque anni), prima di continuare sostenendo che il percorso in cui la lista si muoverà è fatto di “competenze, volontà e sensibilità, necessarie per tutti coloro che credono di poter amministrare una città”.


Aggiunge: “Non si vince mai da soli, si vince se si è una squadra, ancora di più se la squadra è composta di bellissime persone come quelle che siamo riusciti a metter insieme. Con le nostre idee, capacità e credibilità, ma anche con il cuore riusciremo a superare gli ostacoli più difficili. Siamo qui per parlarvi delle nostre motivazioni e per riaffermare una cosa: la nostra è una lista civica, fondata attorno ad un accordo tra persone e non partiti. Non abbiamo né padrini né padroni".


"Abbiamo costruito un programma mettendo le persone attorno a un tavolo, parlando di sicurezza, sociale, stabilità, associazionismo, cultura, ambiente, problemi del territorio, dei giovani che sono la nostra speranza per il futuro”.


Prosegue il candidato sindaco: “Non ci sono da noi assessori regionali, non c'è l'attuale sindaco della città, che ha deciso di appoggiare un altro candidato, ma io non ne sono dispiaciuto, anzi,” ha detto Stroppa riguardo a Gastone Fantato: “Credo opportuno abbia fatto una scelta diversa. Troppa è la distanza accumulatasi in questi ultimi due anni, per scelte amministrative non condivise, come quelle della Casa del Sorriso, l’asilo nido comunale e i rapporti col personale” ha proseguito Stroppa.

Sulla "Voce" di sabato 13 maggio il servizio completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl