you reporter

Mal di pancia nel cda della Casa albergo

Lendinara

81675
Mal di pancia nel Cda della Casa albergo, che con la fine di maggio si avvia alla naturale conclusione del suo mandato.


Toccherà al sindaco Luigi Viaro procedere con un avviso pubblico per raccogliere le proposte di candidatura e poi con la nomina del Cda per i prossimi cinque anni.


Nel frattempo, il cielo sopra la Casa albergo si è annuvolato. Una testimonianza è arrivata una settimana fa, quando le bandiere di Cgil, Cisl e Uil hanno sventolato per un sit-in di protesta. Nel manifestare la propria preoccupazione per una strada che, a loro parere, sembra puntare dritta alla privatizzazione della struttura, e per il progressivo aumentare del debito, le tre sigle sindacali hanno denunciato anche la presenza di un “clima interno pesante”.


Un aspetto che si ritrova nelle affermazioni di Gianni Borghesan, componente del Cda e membro di Scelta democratica.


“Da quando il sindaco mi ha incaricato di far parte del Cda, ho sempre tentato di convincere il presidente ad aprire un dialogo costruttivo con i dipendenti per migliorare i servizi erogati agli ospiti ed interrompere la politica del direttore” afferma, prendendo dunque le distanze dalla linea del presidente e del direttore dell’Ipab. E aggiunge “Scelta democratica è sempre stata vicino agli operatori, che ringrazio per la loro professionalità, nonostante il clima non sereno”.


Un tema al centro di un incontro tra il sindaco e il Cda. “Ho raccomandato ci sia più dialogo tra dirigenza, presidenza, Cda e dipendenti” fa sapere Viaro, anticipando la volontà di organizzare un incontro tra il Cda e tutti i consiglieri.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl