you reporter

A Badia il nodo dipendenti scalda la contesa

82113

04/06/2017 - 22:00

Si avvicinano le elezioni e, tra gli innumerevoli temi forti di questa campagna elettorale, è tornato alla ribalta il tiro al bersaglio nei confronti dei dipendenti comunali spesso accusati da più parti di scarsa efficienza. Interpellati sulla questione i 3 candidati di Badia Polesine hanno dato visioni diverse.




Gianni Stroppa
(candidato Lista Adesso Badia) esclude la possibilità di effettuare ulteriori tagli: “Non voglio difendere a priori i dipendenti pubblici perché sarebbe impopolare ma bisogna essere obiettivi. In questi 7 anni di mandato della nostra amministrazione siamo passati da 63 dipendenti a 48, attraverso una cura da cavallo. C’è stato un grande risparmio ma non si vive solo di economia ma anche di fattori umani".



Adino Rossi (candidato Lista 3 torri - L’alternativa per Badia) spera in una ulteriore riduzione del personale: “Ho sentito tante persone lamentarsi dei servizi offerti dagli uffici comunali. In Comune ci si va solo per necessità e, di certo, non per divertimento perciò non mi si venga a dire che i cittadini non sono mai contenti per partito preso".




Giovanni Rossi (candidato Lista Giovanni Rossi Sindaco) promette addirittura nuove assunzioni: “Io ritengo che la pianta organica del comune di Badia sia sottostimata, soprattutto per quanto riguarda i vigili urbani. Prima ne avevamo 8 ed ora sono solo 5. Ci sono 100 chilometri di strade comunali da salvaguardare ed è chiaro come sia necessario assumerne almeno un altro".



Il servizio completo sulla Voce di Rovigo di domani 5 giugno

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Cambia le impostazioni sulla privacy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl