Cerca

Gospel da applausi in basilica

Lendinara

95310
Al Pilastrello l’omaggio al padre abate Christopher Zielinski diretto da Marabese. Presenti il coro Le Voci della Musica e i solisti Alberto Piva, Cristiano Gallian e Vito Perrini.
Basilica del Pilastrello gremita nella serata di sabato scorso in occasione del “ Contemporary Gospel Concert”. Così l’amministrazione comunale, alla presenza del sindaco Luigi Viaro, ha voluto rendere omaggio al padre abate Christopher Zielinski, affidando la serata alla sapiente direzione del maestro Daniele Marabese. Il coro “Le Voci della Musica” è stato accompagnato da tre solisti: Alberto Piva al pianoforte e voce solista, Cristiano Gallian alla chitarra e Vito Perrini alle percussioni.

Il canto Gospel ha un’origine tragica: ha avuto inizio nel sedicesimo secolo con l’arrivo dei primi schiavi negli Stati Uniti”. Così il padre abate ha dato inizio al suo discorso, intervenendo a più riprese durante il concerto per presentare i brani eseguiti e la loro storia.


“Per gli schiavi la Sacra Scrittura era una ‘road map’, una mappa di viaggio che mostrava il percorso per raggiungere la libertà. Il Gospel è la voce di queste persone che hanno sofferto nella dignità e nella carne per più di duecentocinquant’anni. Ma i problemi del razzismo ancora esistono, perché l’uomo bianco ancora crede di essere la razza suprema. Le canzoni di questa sera ci ricordano che dobbiamo dire grazie, la parola più umana e più divina”. Proprio all’abate, durante un incontro a Venezia, Nelson Mandela aveva detto “io non credo a Dio ma all’uomo che è stato creato a immagine di Dio”.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy