you reporter

Passaggi a livello, ora si cambia

Badia Polesine

95497
In una riunione organizzata da Rete ferroviaria italiana, società per azioni di Ferrovie dello stato italiane, con la presenza dei sindaci di Badia e Lendinara sono state delineate le basi relative ad un nuovo futuro per i passaggi a livello dei due comuni.


Durante il meeting si è parlato di passaggi a livello sia privati che pubblici, sul territorio di Badia sono infatti presenti entrambe le tipologie con esigenze e dinamiche d’operatività diverse.


Per quanto concerne i passaggi privati (a Badia ne sono presenti tre) si è deciso di lavorare ad una nuova convenzione poiché la vigente non rispetta appieno le nuove normative.


Non è più accettabile che la Rete ferroviaria si adegui alle esigenze dei privati modificando i propri orari in base alle esigenze dei singoli, d’ora in poi la tendenza verrà invertita.


Ogni privato verrà munito di un numero verde e, secondo le esigenze della base operativa, avvisato in caso di necessità di apertura del passaggio a livello. Le associazioni di categoria si sono impegnate a dialogare per cercare una rapida comunione d’intenti, per i pubblici la situazione è diversa.


All’amministrazione di Badia è stato affidato il compito di censire e monitorare tutti i passaggi a livello sul territorio: l’obbiettivo è quello di redigere un quadro generale della situazione per migliorare la qualità dei servizi, riducendo il numero dei passaggi; più passaggi a livello esistono più i treni rischiano di accumulare ritardi.


Sulla "Voce" in edicola giovedì 28 settembre l'articolo completo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl