Cerca

Otto casi di bullismo allo sportello

A Lendinara

comune lendinara.jpg

Il municipio di Lendinara

Si è chiusa la fase di sperimentazione dello spazio con le psicologhe in biblioteca. Positivo il bilancio, con 383 ore di colloqui e 120 accessi. Tanti gli ambiti di intervento.
Dopo otto mesi di attività termina lo sportello di ascolto psicologico avviato nei locali della biblioteca Baccari dalla psicologa Federica Pescarin e dalla mediatrice culturale Kadija Sabry, un progetto iniziato il primo marzo e terminato a ottobre che ha totalizzato 383 ore di colloqui e 120 accessi, con richieste provenienti da famiglie italiane, rumene e marocchine, mentre non sono state registrate domande da parte della comunità cinese.


L’attività delle due professioniste Pescarin e Sabry è stata supportata dall’amministrazione comunale in collaborazione con il Consolato del Marocco, la sede cittadina della Caritas, la rete dei medici di base e il Centro di medicina integrata, la Moschea di Lendinara, la Commissione delle Pari Opportunità di Lendinara e Lusia, gli Assessorati alla Cultura e Sport, le Scuole primarie e secondarie di Lendinara, Lusia, Villanova del Ghebbo, Fratta Polesine e infine il Centro per l’Ascolto di Rovigo. La creazione dello Sportello di Ascolto Psicologico è stata una prima sperimentazione a livello locale per verificare le problematiche dei migranti che abitano nel perimetro della città di Lendinara.


Più della metà dei casi ha lamentato una conflittualità tra genitori e figli, per una fascia di età che va dai 3 ai 13 anni, specialmente nel contesto del rispetto delle regole.


Circa 20 donne marocchine hanno segnalato episodi di discriminazione razziale personalmente subiti, altre 11 hanno evidenziato criticità con il coniuge e altre 4 hanno manifestato sintomi di depressione legata alla disoccupazione. Nella scuola sono stati riportati 5 casi di discriminazione razziale contro bambini figli di migranti e 10 casi di problemi di iperattività. Infine, sono emersi 8 casi di bullismo nella scuola secondaria superiore, alcuni segnalati da giovani studentesse, tutti tra italiani.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy