you reporter

Era un 46enne agricoltore polesano il re della marijuana

Carabinieri

102052

Parte della marijuana sequestrata a Badia

E' un 46enne di Badia, Gabriele Faccio, agricoltore, incensurato, l'uomo finito in manette dopo il blitz dei carabinieri che ha portato al sequestro di oltre 100 chili di marijuana nelle campagne polesane.



Il sequestro è avvenuto in una zona di campagna proprio a cavallo tra le provincie di Padova e Rovigo.



L’attività investigativa, partita da un'indagine dei carabinieri di Piove di Sacco, ha alla fine consentito ai militari di individuare e sequestrare una piantagione di marijuana di grandi dimensioni che, dopo il raccolto e l'essiccazione della sostanza, avrebbe con ogni probabilità rifornito sia il mercato polesano che quello della Bassa Padovana.



Sono stati i militari di Agna, a portare le indagini nella giusta direzione.



Nei mesi sono stati loro a raccogliere fra i giovani le informazioni su quella coltivazione molto "conosciuta" nell'ambiente.



Ad organizzare il tutto era, come detto, il 46enne badiese Gabriele Faccio, un incensurato che fino ad oggi era riuscito a portare avanti la propria attività senza destare particolari sospetti.



Una volta giunti a lui, dopo una serie di appostamenti e pedinamenti i carabinieri hanno notato sul retro della sua abitazione una serie di serre in mezzo a pollai e disimpegni in muratura, da cui usciva un odore... inconfondibile.



Ed è stato a quel punto che è scattato il blitz, con la perquisizione dell'intera proprietà da cui è saltata fuori la droga.



L'organizzazione era quasi a livello industriale.



All’interno delle serre erano state posizionate le grosse lampade alogene per riscaldare le piante, ma anche gli apparati di ventilazione e i sistemi di essicazione.



Una volta pronto lo stupefacente veniva poi riposto in sacchi e smerciato agli intermediari che a loro volta lo passavano ai pusher.



In totale sono stati sequestrati 101,6 chili di marijuana, sette piante in fase di coltivazione e due impianti per la coltivazione al coperto.



Dopo il fermo, l'uomo è stato trasferito in carcere a Rovigo a disposizione dell'autorità giudiziaria.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

GLI SPECIALI

speciali: I NOSTRI TESORI tra fiumi, mare e lagune
speciali: Teatro Sociale di Rovigo

Notizie più lette

Copyright 2018 © | Tutti i diritti riservati.
Privacy Policy - Condizioni di utilizzo

Powered by Gmde srl