Cerca

Ombre nere sul vecchio colosso

I luoghi dell'abbandono

La cooperativa ortofrutticola di Lendinara è ridotta in macerie. Incursioni di vandali: stanze e locali devastati. E sui muri spuntano persino simboli satanisti.
C’è persino l’ombra delle sette sataniste ad aleggiare sopra l’area di quella che era la vecchia cooperativa ortofrutticola di Lendinara.



Qui arrivavano le primizie e i raccolti dei campi della zona, per essere poi venduti e distribuiti ai grossisti, e arrivare fin sulle nostre tavole. Ricordi d’altra epoca: da decenni, infatti, qui non c’è più niente.



Persino un muletto, abbandonato nell’amplissimo piazzale, tra gli scheletri di quelli che erano i magazzini, si è arreso alla vegetazione: un alberello gli è cresciuto proprio al ridosso.



Ma è all’interno delle mura della palazzina, un tempo sede degli uffici, che il degrado e l’abbandono danno prova del peggio di loro. Non mancano, infatti, i vetri rotti e gli armadi spaccati e rovesciati. In quello che era un ufficio, poi, tutto quanto è stato buttato letteralmente all’aria, e sul pavimento - oltre ai resti di un tavolo - ci sono cartacce di ogni tipo.



Non manca anche l’annerimento tipico di un piccolo falò, acceso probabilmente con il materiale di risulta trovato nelle stanze. Ma - particolare decisamente più inquietante - nell’edificio ci sono anche scritte e disegni satanisti tracciati sui muri con bombolette spray di colore nero.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy